In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Ultima giornata di campionato per la Provolley

Crotone Sport

"Sotto il profilo dei risultati non è stata una grandissima stagione, anche se lo avevamo messo in conto". A parlare è l'allenatore della Provolley Crotone Salvatore Celico che quest'anno ha avuto l'arduo compito di ripartire quasi da zero dopo i cambiamenti della scorsa annata. Domenica l'attività agonistica della società pitagorica terminerà con la gara che si disputerà in serie C contro la Mymamy Sbarre. Un match che i pitagorici vogliono vincere, anche perché alla portata, per chiudere il campionato nel migliore dei modi e per regalarsi una piccola gioia di gruppo. Ma se i risultati non sono stati esaltanti c'è un perché, a spiegarlo è proprio Salvatore Celico.

"Rispetto all'anno scorso ben cinque titolari sono andati via per motivazioni diverse, è una cosa che accade di frequente in una squadra come la nostra. Poi è chiaro che non è mai facile affrontare un ricambio generazionale, l'obiettivo principale è stato quello di far crescere i tanti ragazzi del 2000, 2001 e 2002 presenti nella rosa. Hanno lavorato con grandissimo entusiasmo e i miglioramenti sono stati evidenti, sono convinto che l'anno prossimo inizieremo a raccogliere i frutti di quanto abbiamo seminato fino ad ora. Sotto questo aspetto possiamo ritenerci pienamente soddisfatti".

Forse con un pizzico di accortezza e fortuna in più la Provolley avrebbe potuto incamerare anche qualche altra vittoria, è mancata soprattutto l'esperienza contro squadre che hanno diversi elementi che conoscono come le proprie tasche il campionato e che hanno fatto vedere una maggiore malizia nei momenti cruciali. La società pitagorica però continua a guardare avanti e va dritta per la propria strada, a partire proprio dalla ultima partita della stagione.

"Verranno convocati tutti i ragazzi che quest'anno hanno giocato nel campionato di Prima Divisione visto che che il loro campionato è fermo - conferma Celico - l'unico che non sarà disponibile è Calabretta per un problemino fisico. Puntiamo al bottino pieno perché siamo in grado di giocarcela, di sicuro anche per questa gara pretendo il massimo impegno". Per i ragazzi della Prima Divisione si tratta di una sorta di premio, non è da escludere inoltre di qualcuno di loro scenderà in campo per la sua prima esperienza nel campionato di Serie C.