In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Venerdì si alza il sipario su “Invito al teatro”, la rassegna di Aprustum

Cosenza Spettacolo

Venerdì 21 aprile si alza il sipario sulla terza edizione di “Invito al Teatro”, rassegna teatrale ideata e realizzata dall’associazione culturale Aprustum in sinergia con il comune e con il patrocinio della Gas Pollino.

Primo appuntamento in programma alle 21 al teatro Sybaris è l’esilarante commedia “Tonino Cardamone giovane in pensione” a cura della compagnia L’Allegra Ribalta, per la regia di Casimiro Gatto.

Tonino Cardamone è un cavallo di battaglia di Paolo Caiazzo, uno dei comici di punta di “Made in Sud”, “Zelig” e “Colorado”, nonché ideatore di personaggi di grande successo quali il giapponese ‘Ndò, Tonino Cardamone (‘a capa mia non è buona) e Max Playstation. La vicenda è ambientata a Napoli in casa Cardamone.

Tonino, quarantenne precocemente pensionato per disturbi mentali, vive con la sorella Maria, zitella e tirchia innamorata di Ciro detto “Che Guevara”, disoccupato e pseudocomunista ed il cugino Ettore, sfrattato dalla moglie, che si crede il nuovo Zeffirelli. Da poco tempo, nell'appartamento affianco si è trasferita l'avvenente signorina Olga Suite e la sua cameriera ucraina Karina.

Non si riesce a capire la vera professione della bella vicina ma poco importa, visto che si offre, grazie alle sue amicizie al Ministero, di far avere un aumento della pensione ai Cardamone, unica fonte di reddito della casa. Olga è naturalmente ben vista dai vicini di sesso maschile ma ovviamente in conflitto con Maria, fino a quando, intuito il debole di questa per “Che Guevara”, le offre consigli per poterlo conquistare. Maria accetta ed organizza una cenetta intima con l’amato: cibo afrodisiaco fornito e portato a casa dal cuoco giapponese 'Ndò.

Mari e Ciro restano soli, ma nel momento culmine suonano alla porta. Da questo punto in poi tutto va storto e la trama si ingarbuglia con continui colpi di scena ed equivoci degni della miglior tradizione teatrale napoletana. “Invito al teatro” continua poi il 29 e 30 aprile con “L’uomo, la bestia e la virtù” di Luigi Pirandello, portato in scena dalla compagnia romana Darkside Company, spettacolo fuori abbonamento.

Puntare sulla cultura e attirare più gente possibile al teatro, partendo proprio dai giovani, questo l’intento principale di “Invito al Teatro - terza edizione”, e per questo gli organizzatori hanno pensato ad un abbonamento a cinque spettacoli a soli 25 euro.