In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Regione: presentati gli interventi per sostenere il diritto allo studio e l’accesso all’alta formazione

Calabria Cronaca

Dalla Regione Calabria importanti risorse a sostegno del diritto allo studio e dell’accesso all’alta formazione. A riferirlo quest’oggi è stato il Presidente Mario Oliverio nel corso di un incontro con gli organi di informazione al quale hanno partecipato il Dirigente generale del Dipartimento Programmazione Paolo Praticò, la Dirigente del Settore Alta Formazione e Università Maria Antonella Cauteruccio, presente ancora Antonio Mazzei per Fincalabra.

Nel corso della conferenza stampa è stato annunciato che è in pre-informazione l’avviso per il finanziamento di voucher per la partecipazione a Master di I° e II° livello per l’annualità 2017 che prevede la concessione di un contributo pubblico (per un importo massimo pari a 4 mila euro) per la copertura totale o parziale dei costi di iscrizione a Master universitari annuali di primo e secondo livello in Italia, erogati da università italiane pubbliche o private legalmente riconosciute, o a Master annuali in Italia accreditati ASFOR, assimilati ai master universitari di primo e secondo livello. Attraverso l’impegno di circa 1,2 milioni di euro, a valere sul POR Calabria 2014-2020, l’intervento sostiene il potenziamento della formazione e delle competenze dei laureati, anche di coloro che già sono occupati, per facilitarne l’inserimento o il reinserimento qualificato nel mercato del lavoro contribuendo, al contempo, al miglioramento delle conoscenze per l’esercizio delle attività professionali.

La domanda di voucher può essere presentata per le spese di iscrizione a master dell’annualità accademica 2016/2017, già avviati o da avviarsi entro il 31 maggio 2017 (per i quali non sia già stato effettuato l’esame finale), che devono concludersi con attestato finale entro il 31 dicembre 2018. Sono ammissibili a finanziamento anche i percorsi di alta formazione erogati on-line. Le domande possono essere inoltrate a partire dal 12 aprile 2017 e fino al 12 maggio 2017, tramite procedura telematica, nell’apposita piattaforma attiva sul portale http://calabriaeuropa.regione.calabria.it/website/bandi/

La Regione Calabria- è stato inoltre detto- ha adottato anche un’iniziativa mirata a dare maggiore concretezza e solidità al sostegno del diritto allo studio disponendo l’erogazione delle borse di studio per l’anno accademico 2016/2017 destinate agli a studenti in condizione economica svantaggiata e meritevoli iscritti dell’Università della Calabria di Rende, dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria e dell’Università Magna Græcia.

Le risorse economiche, pari a circa 2,4 milioni di euro sempre a valere sul POR Calabria 2014/2020, sono state ripartite tra le tre Università statali calabresi tenendo conto di quelli che sono gli attuali fabbisogni degli atenei.

La misura è rivolta agli studenti provenienti da famiglie a basso reddito, agli studenti disabili, e agli studenti che raggiungono elevati rendimenti nel percorso universitario. Le borse di studio sono assegnate per concorso, attraverso graduatorie elaborate dalle Università con criteri che tengono conto dei requisiti posseduti dallo studente (reddito e patrimonio, natura ed estensione del nucleo familiare, merito, residenza) e dall'eventuale condizione di disabilità. La determinazione dell'importo ottenibile è definita sulla base delle condizioni economiche e dello status dello studente.

A spiegare nel dettaglio gli interventi è stata la Dirigente Cauteruccio.

“ I bandi- ha affermato il Presidente Oliverio- assumono un particolare valore nel quadro di un lavoro che sta spingendo perché un volume importante di risorse comunitarie si metta in cantiere. Alla data odierna possiamo dire che sono state attivate procedure per il 40% del complesso del POR, procedure quindi per 958 milioni di euro, un dato significativo. Oggi- ha proseguito- abbiamo affrontato il tema dell'alta formazione, con risorse rilevanti: una opportunità che offriamo ai nostri giovani laureati, come lo è il bando relativo alle borse di studio. Come noto, c'è stato un taglio di trasferimenti dal Miur verso le università; abbiamo perciò scelto di supplire a questa difficoltà e siamo riusciti a realizzare una copertura di oltre il 60% delle necessità per quanto riguarda gli studenti nelle università calabresi.”

“ Abbiamo spinto anche perché sul versante del sostegno alle imprese e dell'innovazione potesse essere acceso il motore della utilizzazione delle risorse- ha messo quindi in evidenza il Presidente della Regione- . Relativamente ai bandi per i servizi alle imprese abbiamo avuto una domanda significativa e per quanto riguarda la ricerca abbiamo incrementato in parte le risorse e continueremo ad incrementarle.”

“ Adesso- ha dichiarato inoltre Oliverio- si è entrati nel vivo della utilizzazione delle risorse del POR anche per quanto riguarda altri settori, ad esempio il turismo, ed è in via di pubblicazione in queste ore il bando sull'efficientamento energetico, per circa 35 milioni di euro” ha dichiarato inoltre Oliverio che ancora, sul tema dell’innovazione, ha ricordato l’importante frontiera delle startup, sostenuta con risorse rilevanti dalla Regione e per la quale “ è stata fatta fatto una positiva esperienza con CalabriaInnova che ha prodotto significativi risultati.”

Nel corso della conferenza stampa il Dirigente Praticò ha fornito una puntuale ricognizione di tutti gli interventi e le misure attualmente in corso, in ordine alle strategie per l’innovazione.

Antonio Mazzei, per Fincalabra che è soggetto attuatore di molte misure del POR, si è soffermato sul tema delle startup e dei risultati di tutto rilievo da queste raggiunti attraverso gli interventi promossi dalla Regione, nell’ambito del progetto CalabriaInnova.