In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Imballaggi inquinati per alimenti: accolte le istanze del Comitato Consumatori

Calabria Attualità

Una delegazione del Comitato Difesa Consumatori, è stata ricevuta a Roma presso il Ministero della Salute dal Direttore Generale per la Igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione giovedì scorso 23 marzo alle ore 13 per fare il punto su quanto già segnalato dal Comitato stesso a mezzo degli organi della stampa calabrese ed in particolare modo sulla urgente richiesta di tutela da porre sull’uso dei cartoni con cui vengono a contatto i cibi di asporto come i contenitori delle pizze dei panini hamburger e pop Korn.

Pietro Vitelli del Comitato Difesa Consumatori ha evidenziato al Direttore Generale del Ministero della Salute dr. Giuseppe Ruocco, quest’ultimo ovviamente, consapevole del danno che provocano i Pfas che , altro non sono che sostanze fluorurate usate per rendere impermeabili al grasso e all’acqua gli imballaggi per alimenti.

“Su questa problematica si è discusso nella sede Ministeriale e, l’attenzione delle parti , (consumatori-utenti ed Istituzioni Pubbliche) è inevitabilmente ricaduta sul da farsi urgentemente ponendo maggiore attenzione alla filiera dei controlli preventivi che a tutt’oggi sono di competenza delle AA.SS. destinatari ad eseguire le campionature di legge dei contenitori stessi e successivi controlli di laboratorio per la verifica del rispetto delle sostanze ammesse per legge.” A detto Pietro Vitelli.

“Tutto sommato - conclude Vitelli - un incontro positivo durato meno di un’ora, al termine del quale il Direttore Generale del Ministero della Salute ha riferito che farà un approfondimento di indagine e che porterà le istanze all’attenzione delle istituzioni europee e comunitarie, concordando una politica di costante e continui scambi di informazioni con la sede regionale calabrese del Comitato Difesa Consumatori.”