In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Il Progetto (L)égalité entra nella fase operativa

Calabria Attualità

Entra nella fase operativa il Progetto (L)égalité, cofinanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale e dall’associazione In-Progress Calabria.

Ad oggi l’iniziativa vede la partecipazione di ben sette comuni partner: Lamezia Terme, Falerna, Montalto, Crosia, Strongoli, Cariati e Rosarno, e ha l’obiettivo principale di incentivare e disseminare quei principi propri ascrivibili ad una sana convivenza, improntata al rispetto della legge e dell’uguaglianza.

Lo scopo è dunque quello di sensibilizzare i giovani ad una metabolizzazione di quel rispetto alla legalità ed eguaglianza con un sistema nuovo, frutto di un contest creativo ideato ad hoc per il progetto, che anche con una sana competizione porterà i ragazzi a confrontarsi e crescere insieme.

Attraverso anche un percorso che percorre una formazione linguistica, nello specifico l’inglese, il progetto prevede un coinvolgimento pieno attraverso un percorso itinerante: workshop e discussione nei 7 comuni di riferimento, per un confronto intermodale, aperto e transnazionale, che passa attraverso un coinvolgimento dinamico dei soggetti impegnati.

Infatti, per i migliori giovani che verranno selezionati, è previsto un viaggio in Spagna, con lo scopo di condividere e confrontarsi con i coetanei della penisola iberica secondo un principio caro all’europeismo attuale, che è quello del trasferimento delle buone prassi e conoscenza. Contribuire, quindi, a dare “conoscenza” e “condivisione”, fondamentali per il cambiamento reale e non utopistico.

Sono molti gli appuntamenti sul territorio calabrese che rappresenteranno un momento di crescita e formazione e che vedranno presenti amministratori, dirigenti e docenti scolastici, operatori di diritto oltreché i giovani tra i 14 e i 19 anni, vero fulcro principale del progetto e speranza vera di un reale cambiamento di mentalità.