In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Rifiuti: Lamezia Multiservizi, da domani stop alla raccolta

Catanzaro Attualità

“Da questa mattina tutti i nostri mezzi sono stati impossibilitati a scaricare i rifiuti presso l'impianto di selezione di proprietà della Daneco stante l'impossibilità dell'impianto stesso di provvedere al loro trattamento e smaltimento, come da programmazione, di una parte in discarica. Il rischio annunciato di un blocco della raccolta dei rifiuti urbani nel lametino, si e' puntualmente verificato. La chiusura della discarica privata di Pianopoli, di proprietà della stessa Daneco, ha posto in una situazione di emergenza l'intero territorio dopo che la Procura della Repubblica di Lamezia Terme ha dovuto emettere, nei giorni scorsi, un provvedimento di sequestro dell'impianto". E' quanto si legge in una nota stampa della "Lamezia Multiservizi", società che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti a Lamezia Terme ed in alcuni centri del comprensorio. "La Lamezia Multiservizi, quindi, e' costretta suo malgrado - prosegue la nota - ad informare i sindaci ed i cittadini di tutti i Comuni serviti, con i quali ci scusiamo pur non avendo alcuna responsabilità, che a partire da domani non potrà più effettuare il servizio di raccolta essendo i nostri mezzi saturi e bloccati. Purtroppo il rischio che la situazione giungesse a tal punto e' stato sottovalutato malgrado se ne fosse ampiamente discusso. Ciò nonostante nulla di concreto e' stato fatto dagli organismi regionali preposti per evitare questa situazione di vera emergenza ambientale che mai, in 13 anni di gestione pubblica, si era presentata. Siamo informati che anche il sindaco di Lamezia Terme - conclude la nota della società - e' ripetutamente intervenuto attraverso comunicazioni ufficiali presso l'Ufficio del Commissario regionale, nelle persone del presidente Scopelliti e dell'assessore Pugliano, compreso l'ultimo fax nella stessa giornata del sequestro della discarica privata di Pianopoli senza ottenere, al momento, risultati tranquillizzanti ne' interventi risolutivi".