In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Prc: mobilitiamoci per l’Acqua Pubblica e attenti al Pd, Partito Distruttore

Calabria Attualità

“Con una mossa truffaldina, la VI Commissione della Regione Calabria, con l’avallo evidente della Giunta regionale, del Pd e dei tecnici a jukebox (che cantano la canzone richiesta da chi ci mette i gettoni e li foraggia!), ha cestinato di colpo, infischiandosene della partecipazione dei cittadini di cui pur si riempiono la bocca, la legge di iniziativa popolare sui servizi idrici, meritoriamente promossa dal Coordinamento Bruno Arcuri e consapevolmente sottoscritta da più di undicimila cittadini calabresi. Tra cui, evviva la doppiezza, il cittadino, allora presidente della Provincia di Cosenza ed attuale (s)governatore della Calabria, Mario Oliverio”.

Così in una nota Pino Scarpelli, segretario regionale del PRC Calabria sostenendo, ancora, che “il disegno complessivo del PD sulla gestione dei Beni Comuni, lo ribadiamo da tempo, è qualcosa di molto peggio di quanto visto in precedenza in Calabria ed è basato su un concentrico, devastante e netto attacco alle nostre risorse naturali, celato sotto la coltre di una sequela di ipocrite dichiarazioni e sempre con la scusa della coperta troppo corta, con il fine ultimo di favorire gli affari di un ristretta cerchia di gruppi economici e di potere”.

Per Scarpelli, dunque, “niente di nuovo, in effetti, tutto in linea con le politiche dei governi liberisti di Berlusconi, Monti, Letta, Renzi, e Gentiloni che – aggiunge - incuranti della volontà popolare, continuano a ricercare le modalità più disparate per mercificare persino l’acqua, la fonte della vita degli esseri viventi e della natura, utilizzando, negli ultimi tempi, le pericolose multiutilities, grandi imprese che, indipendentemente dalla proprietà, agiscono comunque con lo scopo di realizzare profitti ed affari”.

Per questo il Partito della Rifondazione Comunista calabrese condivide il rilancio della mobilitazione su scala regionale e nazionale, partendo dalle azioni messe in campo dalle comunità locali e dai comitati di cittadini che si stanno organizzando con per difendere il diritto all’acqua ed alla vita. Per questo il Prc parteciperà all’iniziativa che il “Bruno Arcuri” ha indetto davanti alla sede della Sorical per domani, sabato 11 marzo.

“Non possiamo né dobbiamo assistere alla svendita della natura: ne è artefice oggi – conclude Scarpelli - il pericoloso PD, il Partito Distruttore che pratica la dissimulazione e favorisce, dalla Toscana alla Calabria, dalla Sicilia al Piemonte, solo gli interessi di affaristi, banche e maneggioni”.