In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Maxi ritiro per giocattolo Lil rana e Lily Pad Playset

Calabria Attualità

“Tenere fuori dalla portata dei bambini” è un classico delle istruzioni per l'uso delle batterie elettriche. Talmente ovvio e banale da essere spesso letto dagli adulti con un sorriso di sufficienza. Una sottovalutazione troppo spesso fatale, con i giocattoli, spesso a batterie, che aumentano il rischio per la salute dei nostri bambini. Un pericolo letale non solo per la possibilità di soffocamento, ma anche perché l'effetto elettrico della batteria, una volta ingerita, e indipendentemente dal rilascio di sostanze tossiche, può ustionare gravemente i tessuti, perforare l'esofago e provocare un'emorragia interna catastrofica. Un rischio chimico è la causa di un maxi richiamo Giovedi di almeno mezzo milione di rane giocattolo da parte della Moose Pets company. I giocattoli Lil rana e Lily Pad Playset hanno un problema di batteria che mette i bambini in pericolo.

L'azienda spiega che quando le batterie a bottone vengono rimosse possono fuoriuscire le sostanze chimiche in esso contenute (acido). L'azienda ha ricevuto almeno 17 segnalazioni di di incidenti e con due bambini ricoverati in ospedale. Le rane giocattolo sono state vendute nei colori rosa, blu e verde. I genitori dovrebbero smettere di fare usare immediatamente i giocattoli ai bambini e contattare Moose Giocattoli al 844-575-0340 oppure online su www.moosetoys.com per una sostituzione gratuita. Il rischio-batterie, avverte Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, colpisce tutte le fasce d'età. La maggior parte dei casi riguarda bambini sotto i sei anni che le scambiano per dolci, ma non sono pochi gli anziani in stato di confusione o con problemi di vista che le confondono con pillole da ingerire.