In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Martino (Udc): In Consiglio regionale maggioranza incapace di dare risposte

Calabria Politica
Marco Martino

Secondo Marco Martino, coordinatore regionale dei giovani Udc, quanto accaduto nella precedente seduta del Consiglio regionale Calabria sarebbe preoccupante “non lo dico in virtù della mia posizione politica che continua a vedermi all'opposizione di questo governo regionale, ma – spiega - in virtù del sostegno al senso di responsabilità verso una squadra di governo sempre più compromessa da lacerazioni interne a cui non vogliamo prendere parte e che invitiamo quantomeno a tenere fuori dalle logiche di programmazione del futuro dei calabresi”.

Per Martino la mancanza del numero legale, scongiurato dall'opposizione consiliare, avrebbe consentito la trattazione e l’approvazione di alcuni importanti punti programmatici riguardo allo stanziamento di alcune misure dei fondi europei.

“La mancata approvazione - sostiene il referente dei giovani Udc - siamo certi avrebbe inferto ai calabresi l’ennesimo duro colpo. E bene ha fatto l’On. Tallini a chiarire attraverso la stampa regionale il senso di responsabilità destato dal suo gruppo politico e dalla minoranza dell'assise consiliare. Ci sentiamo infatti felici della scelta adottata che rappresenta a mio modo di vedere il vero obiettivo politico che ogni consigliere dovrebbe perseguire prescindendo dall'appartenenza politica”.

“Ci aspetteremmo sicuramente - aggiunge - dopo due anni e mezzo di legislatura un percorso di lungimiranza programmatica che possa risollevare almeno in parte le sorti di questa regione, ma ahimè ancora una volta ci accorgiamo del mancato senso di responsabilità che intacca costantemente l’immagine di una squadra regionale che non riesce ad incidere nei problemi reali e che - conclude Martino - non è nemmeno più in grado di costituire una solida maggioranza su cui posare i molti quesiti dei calabresi”.