In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Apre a Umbriatico la mostra con le reliquie di Mon. Faggiano e Don Vitetti

Calabria Cronaca

Davanti a centinaia di fedeli e scuole del comprensorio, nella meravigliosa Basilica (ex cattedrale) di San Donato, si è svolto il convegno su Mons. Eugenio Raffaele Faggiano e Don Alessandro Vitetti, due figure religiose legate al territorio che tanto si sono spesi per il seminario vescovile estivo di Perticaro inaugurato il 10 agosto 1937, regolarmente utilizzato fino all'estate del 1999. Un evento organizzato dall'amministrazione comunale di Umbriatico, guidata dal sindaco Rosario Pasquale Abenante, in collaborazione con la Parrocchia, proprio in occasione dell'80esimo anno dell'edificazione del seminario, che ha dato il via al percorso passiologico ricco di appuntamenti che porterà fino al 25 marzo, giornata della Santa Spina.

Un grande lavoro dietro le quinte lo ha svolto il responsabile dell'ufficio comunicazione del comune, lo scenografo Alfonso Calabretta, insieme alla fotografa Valentina Pirillo e all'esperto di comunicazione Marco Parrilla. I tantissimi fedeli accorsi dai comuni limitrofi e gli alunni delle scuole, hanno potuto ammirare i paramenti e gli oggetti personali (reliquie) di mons. Faggiano, concessi dalla congregazione dei padri passionisti di Manduria (TA) grazie alla collaborazione di Padre Giovanni Marino, e quelli di mons. Vitetti, concessi dall'associazione "Amici di Don Vitetti" di Cirò Marina guidata da Fausto Mingrone. Una mostra, che rimarrà aperta fino al 25 marzo, che vanta la borsa personale, il breviario, il crocifisso personale, la camicia, il cappello e l'abito talare di Don Vitetti.

E ancora l'abito vescovile di mons. Faggiano insieme alla dalmatica in seta, a sandali e calze in tessuto pregiato, servizio da tavola, due copricapi, fotografie, e documenti tra cui la bolla pontificia di Papa XI con la nomina di Faggiano a Vescovo di Cariati.

Erano presenti all’evento il vice sindaco di Cirò Marina, Antonio Gallella, l'assessore alla cultura del comune di Cirò, Francesco Mussuto, l'Ordine Templare della Commenda San Francesco D'Assisi di Cirò Marina e il Cav. Enzo Valente, l'associazione "Insieme per la Vita" di Cirò Marina, la Lega Navale di Cirò Marina, la Fidapa di Cirò Marina con il presidente Teresa De Tursi e le fidapine. Il sindaco, nel rimarcare l'ottimo successo dell'iniziativa, ha ringraziato gli intervenuti ed in particolar modo il Servizio Civile comunale e Domenico Otranto per il supporto. «Un ringraziamento speciale lo rivolgo ai Padri Passionisti ed in particolar modo a Padre Peppe Pane per essere stato l'anello di congiunzione tra Umbriatico e Manduria». Un caloroso ringraziamento il primo cittadino lo ha rivolto anche all'Associazione "Amici di Don Vitetti" che «tanto si è spesa per la buona riuscita dell'evento».

«Spero che il Seminario di Perticaro riapra al più presto e ritorni ai fasti di un tempo, considerato che in soli 80 anni da qui sono passati 3 santi: Mons. Faggiano, Don Vitetti e Don Mario Ferraro, anche quest’ultimo una santa figura da far conoscere alle nuove generazioni» ha concluso il sindaco. Dopo la Santa Messa concelebrata da Padre Edoardo Caruso, Don Matteo Giacobbe ed i Padri dell'Opera S. Maria della Luce, i due relatori Padre Peppe Pane e Padre Edoardo Caruso hanno ripercorso le tappe più importanti di Faggiano e Vitetti, raccontando storie e aneddoti. Durante l’evento si è esibito il coro della parrocchia e la giovane Rosalba Truglio che ha incantano il pubblico con la sua straordinaria voce. La mostra degli oggetti sacri, che, come detto rimarrà allestita in Basilica fino al 25 marzo, e il Museo della Memoria sono visitabili gratuitamente su richiesta al comune, un'occasione unica per scuole per visitare il borgo medioevale di Umbriatico.