In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Saccheggiano il cantiere della nuova caserma dei carabinieri, beccati e arrestati

Reggio Calabria Cronaca

Cinque persone sono state soprese mentre tentavano di portare via degli utensili da lavoro e da carpenteria dentro ad un cantiere edile, in Via Matteotti a Rosarno, dove sono in corso i lavori di adeguamento e ristrutturazione di un immobile confiscato alla cosca di ‘ndrangheta dei Bellocco e destinato ad accogliere, nei prossimi mesi, la nuova sede della Tenenza locale dei Carabinieri.

Già da qualche giorno i militari tenevano d’occhio i cinque soggetti (A.R. di 28 anni, A.A. di 22 anni, P.A. di 22, A.C.D. di 26 e B.N. di 18) che sono stati arrestati e, dopo la convalida, sottoposti all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Quasi tutti erano difatti già noti alle forze dell’ordine e con precedenti per reati contro il patrimonio; in più occasioni, inoltre, erano stato visti aggirarsi in modo sospetto a bordo di un’auto gialla per le vie del centro di Gioia Tauro e di Rosarno.

Durante la serata, così, i militari hanno intensificato i controlli nelle aree più “sensibili” e nella notte scorsa sono poi riusciti a “beccarli” proprio mentre tentavano di saccheggiare il cantiere. Gli investigatori non escludono che possano essersi già resi autori di furti simili nella zona.

L’arresto è stato eseguito dai Carabinieri della Tenenza locale, diretta dal sottotenente Alfio Rapisarda, in collaborazione con i colleghi dell’Aliquota Radiomobile-Nord di Gioia Tauro e coordinati dal Comando della Compagnia, diretto a sua volta dal tenente Gabriele Lombardo.