In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Menzione tematica per la Regione al “Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa”

Calabria Attualità

La Regione è stata destinataria di una “Menzione tematica” per la sezione "Inclusione sociale, ritorno delle nuove generazioni alla cura del territorio” all’edizione biennale del "Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa" . Il riconoscimento, che sarà consegnato il prossimo quattordici marzo nella sede del Ministero del Turismo, in occasione della “Giornata nazionale del Paesaggio”, è arrivato per il progetto “Programma per la diffusione nelle scuole primarie e secondarie della cultura del paesaggio e dell’identità dei paesaggi calabresi - Diffusione delle scuole del paesaggio".

Sono stati 97 i progetti italiani candidati al Premio e valutati da una Commissione istituita dal Ministero per i beni e le Attività Culturali. "L’ambiente ed il paesaggio - ha detto l’assessore regionale all’Urbanistica Franco Rossi - così come solennemente affermato dalla Convenzione Europea del Paesaggio, sono beni comuni da tutelare, valori da difendere, patrimonio rispetto al quale la consapevolezza non è mai sufficiente. Ecco perché tutte le amministrazioni pubbliche sono chiamate a dimostrare attenzione, non solo attraverso gli strumenti urbanistici e le scelte di governo territoriale, ma anche e soprattutto attraverso azioni di promozione e sensibilizzazione che coinvolgano e rendano partecipi le comunità rispetto a politiche di sviluppo sostenibili. Il "Premio del Paesaggio" ha due obiettivi, dare rilevanza alle azioni virtuose che vengono attuate dalle comunità locali e poi favorire scambi reciproci di esperienze tra i diversi territori nazionali ed europei. L’aver ottenuto una menzione tematica è senz’altro motivo di orgoglio.

“La Calabria ha predisposto e presentato un progetto il cui titolo esprime già per intero gli obiettivi che si intendono perseguire; i temi dell’ambiente e del paesaggio, infatti, riguardano tutti ma, considerando la non esaltante esperienza dei decenni passati, è chiaro che, accanto ad una netta inversione di tendenza nelle politiche di governo del territorio, è necessario promuovere, tra coloro che saranno i cittadini e gli amministratori del domani, una più chiara, intensa e consapevole coscienza dell’ambiente e del paesaggio come valori etici ed economici. L’assessorato regionale all’Urbanistica ha messo in campo uno sforzo straordinario e strumenti utili a ristorare i danni del passato ed impedirne di nuovi, dalla legge urbanistica regionale, con il principio del consumo di suolo zero, alla pianificazione e gestione integrata del territorio con i Contratti di Fiume e di Costa, solo per citare alcuni esempi. La Calabria ha immense ricchezze ambientali e paesaggistiche, alcune danneggiate, altre, per fortuna, ancora intatte nella loro stupefacente bellezza; sta a noi tutti guarire le prime, tutelare, difendere e valorizzare le altre: è una sfida impegnativa che, lo ripeto, è giustificata da ragioni etiche, motivi economici, politiche di sicurezza”.