In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Parco della Sila, verso il recupero dei fondi

Calabria Attualità

Si è tenuta ieri pomeriggio la riunione del Comitato Tecnico Scientifico della Fondazione MAB Sila, presso la Camera di Commercio di Cosenza, a cui ha preso parte anche il Centro di Ricerca “CREA”. A seguito dell'insediamento dei Tavoli Tecnici, avvenuto il 13 dicembre, il Comitato Tecnico Scientifico ha ora avviato la fase operativa per la progettazione e il recupero dei finanziamenti comunitari, sia diretti che indiretti. Dall'Agricoltura e la Zootecnia, al Turismo e all'Artigianato, passando per Formazione, Scuola, Silvicoltura e Biodiversità, e ancora Pianificazione e Accessibilità, i tavoli coprono i tre obiettivi cardine previsti dal riconoscimento Unesco.

Il Comitato, e la Fondazione in genere, come ricordato dal Presidente Ferrari, “stanno del resto lavorando in sinergia con la Regione Calabria, in particolare sui fondi POR 2014-2020, per i quali è già iniziata la fase di concertazione. È un vero e proprio lavoro di squadra, che siamo certi ci porterà a raggiungere sempre nuovi e più ambiziosi traguardi”.

“Si farà un protocollo d'intesa tra il Parco Nazionale della Sila, la Fondazione MAB Sila, le università calabresi Unical e Mediterranea,” ha poi proseguito la Ferrari, “l'Accademia Italiana di Scienze Forestali, l'Università della Tuscia e quella del Molise, nonché con la Camera di Commercio”. È stato oggetto di discussione anche il possibile utilizzo del logo “MAB Sila” ad opera degli stakeholders territoriali, anche per quanto attiene agli aspetti pratici.

In merito alla fase operativa, del resto, “è importante che ci sia proprio lo stimolo da parte dei Tavoli Tematici e delle diverse figure professionali al loro interno”, nelle parole del Direttore F.F. del Parco Nazionale della Sila dott. Luzzi, che ha ricordato anche come “la partecipazione del Parco sia una di sostegno ai Tavoli Tecnici, ma in questa veste garantiremo comunque il massimo impegno al fine di supportare la Riserva e la Fondazione”.

Il tutto anche nell'ottica del continuo sviluppo del territorio e dei Siti di Importanza Comunitaria “Rete Natura 2000”, che comporterà pure una serie di azioni di valorizzazione del patrimonio regionale in genere e delle aree di pregio in maniera specifica. Il Presidente della Camera di Commercio Algeri, che ha tra l'altro gentilmente concesso l'utilizzo della sede per la riunione del Comitato Tecnico, ha rimarcato poi l'importanza fondamentale “non solo del turismo, ma anche della progettualità condivisa”. A questo proposito si è discusso anche di un “protocollo d'intesa tra la Camera di Commercio e la Fondazione, che consenta di mettere a disposizione il personale per la stesura della progettualità”.

Un'altra delle proposte formulate è stata poi quella di sfruttare i siti MAB per farli anche divenire una rete volta all'utilizzo dei fondi europei diretti. Questa riunione ha marcato solo l'inizio; a breve i Tavoli e il Comitato si riuniranno nuovamente per continuare a formulare e implementare proposte progettuali.