In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Bilancio Polstrada, ritirate 1751 patenti

Calabria Cronaca

Con 22291 pattuglie di vigilanza stradale, la Polizia Stradale ha accertato 67414 infrazioni al codice della strada. Ritirate 1751 patenti di guida e 2287 carte di circolazione; 62686 i punti complessivamente decurtati. I conducenti controllati con etilometri e precursori sono stati 68062 di cui 316 sanzionati per guida in stato di ebbrezza alcolica (+0,98), mentre quelli denunciati per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti sono stati 59 (49.15% in più rispetto al 2015). È il bilancio della Polizia stradale.

A seguito della introduzione del divieto assoluto di bere per alcune categorie di conducenti – minori di 21 anni, neopatentati e trasportatori professionali di persone e cose – la Polizia Stradale ha accertato, al 31 dicembre dell’anno trascorso, 25 infrazioni per guida con tasso alcolemico sopra indicazioni di legge.

Fenomeno infortunistico. L’andamento del fenomeno infortunistico, rilevato dalla Polizia Stradale (al 31 dicembre 2016), ha fatto registrare un lieve aumento nel numero complessivo degli incidenti (1750, 2% in più rispetto al 2015),sia in quello delle persone ferite (664, +5% rispetto al 2015), che in quello con conseguenze mortali (33 + 10% rispetto all’anno 2015) , con un aumento delle vittime (40 + 12,5 % rispetto al 2015).

Stragi del Sabato sera. Dall’inizio dell’anno al 31 dicembre scorso, nelle notti dei fine settimana, la Polizia Stradale ha impiegato nei posti di controllo 525 pattuglie, rilevando 21 incidenti che hanno cagionato 1 vittima. I conducenti controllati con etilometri e precursori sono stati 6027( di cui 4741 uomini e 1286 donne) dei quali 145 sono risultati positivi al test di verifica del tasso alcolemico. I veicoli sequestrati per la confisca sono stati 22.

Controlli nel settore trasporto professionale. In ossequio agli obbiettivi delineati nel protocollo d’intesa tra Ministro dell’Interno e Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del luglio 2009, la Polizia Stradale, nel corso del 2016, ha continuato a dare forte impulso ai servizi di controllo nel settore del trasporto professionale (svolti anche congiuntamente al personale del Dipartimento Trasporti Terrestri con i Centri Mobili di Revisione). Sono stati effettuati 388 servizi da 1.190 operatori di polizia che hanno controllato 5133 veicoli pesanti con l’accertamento di 1771 infrazioni.

Inoltre, nel corso del 2016, d’intesa con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sono stati attivati controlli d’iniziativa o su segnalazione dell’istituto scolastico mirati al controllo degli autobus destinati al trasporto di scolaresche per gite o viaggi d’istruzione. Nei primi 10 mesi dell’anno sono stati sottoposti a controllo 477 autobus, dei quali 86 hanno evidenziato almeno una irregolarità, per un totale di 121 infrazioni.

Operazioni ad Alto Impatto. Dal 1° gennaio al 20 dicembre 2016 ai servizi programmati mensilmente a livello regionale sono stati affiancati dispositivi specifici pianificati a livello nazionale, secondo il modello delle “Operazioni ad Alto Impatto”, nella misura di circa 4 al mese, su materie particolarmente avvertite nella sensibilità collettiva. Le “operazioni” realizzate - complessivamente 39 - hanno riguardato controlli di legalità nel settore dell’autotrasporto (principalmente di persone, di animali vivi e di sostanze alimentari), controlli della copertura assicurativa, degli pneumatici dei veicoli, sull’uso corretto degli apparati radio telefoni alla guida di veicoli, dei sistemi di ritenuta e cinture di scurezza nonché controlli dell’attività di autodemolizione.

Campagne di informazione ed educazione stradale. Nel corso dell’anno sono state realizzate numerose campagne di informazione ed educazione stradale. Campagna di sicurezza stradale del Pullman Azzurro al Giro d’Italia 2016. L’iniziativa è stata rivolta agli studenti di scuole elementari e, facendo leva sul clima festoso della manifestazione sportiva, ha coinvolto i giovani per affermare la cultura della legalità sulle strade ed in particolare il rispetto delle regole nell’uso della bicicletta. La campagna è stata svolta mediante l’impiego dei due Pullman Azzurri, uno dei quali impiegato quale aula scolastica multimediale itinerante per lo svolgimento di lezioni di sicurezza stradale mentre il secondo finalizzato al trasporto dei ragazzi che possono così “vivere” la tappa in compagnia della Polizia dalla partenza all’arrivo.