In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Contro la mamma con una bottiglia e alcuni bicchieri, la manda al pronto soccorso

Catanzaro Cronaca

Intorno alle 23.30 di ieri una chiamata al 112 aveva allertato i Carabinieri di Catanzaro: un residente del quartiere Gagliano segnalava difatti che era in corso un’accesa discussione all’interno di un’abitazione vicina. Ben presto, dopo le urla e gli schiamazzi, si udivano anche rumori di piatti e bicchieri in frantumi, ma anche grida di dolore e richieste di aiuto.

I militari sono arrivati subito sul posto trovando davanti al portone d’ingresso un uomo sanguinante e che, ancora spaventato, li ha accompagnati nell’appartamento dove il fratello, M.C., stava ancora aggredendo la mamma ultraottantenne.

Alla vista dei carabinieri, però, l’uomo è andato in escandescenze tentando di aggredire di nuovo il fratello, ma è stato bloccato dai militari che, a stento, sono riusciti a contenerne la rabbia. Solo in un secondo momento l’uomo, che probabilmente aveva anche bevuto alcol, era tornato alla calma.

L’anziana è stata così soccorsa dagli agenti: era dolorante ed accasciata a terra tra numerosi vetri in frantumi, e mostrava evidenti ferite e tumefazioni alla testa e al volto, tutte provocatele dal figlio che, fino a pochi istanti prima, l’aveva malmenata e le aveva lanciato addosso una grossa bottiglia di liquore e numerosi bicchieri. La donna è stata trasportata al più vicino pronto soccorso, dal quale è stata dimessa dopo alcune ore con una prognosi di 20 giorni.

Trasportato in caserma l’uomo, di 55 anni, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali gravi e rinchiuso nelle camere di sicurezza della Stazione Carabinieri di Gagliano. Entro 48 ore dall’arresto il Giudice per le Indagini Preliminari, si esprimerà sulla convalida o meno o su qualche altra misura cautelare, vista la sua pericolosità e i numerosi precedenti penali e di polizia di cui è gravato.