In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Bandi imprenditoria, Ferrara (M5S): “Ancora rinvii che pesano sui giovani”

Calabria Attualità

Giunge la risposta della Commissione europea all'interrogazione dell'eurodeputata Laura Ferrara circa il bando “Promozione dell'imprenditoria giovanile” dell'Asse VII del POR Calabria Fesr 2007-2013. “Una risposta che ha dell'incredibile pur arrivando da un'Istituzione che dovrebbe distinguersi per autorevolezza, chiarezza e soprattutto veridicità”, commenta amareggiata l'eurodeputata calabrese.

Infatti chi firma la risposta scrive “l'avviso pubblico approvato con decreto n. 13667 del 18 novembre 2014 non rientra nel quadro di attuazione del programma del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) 2007-2013 perché la tempistica prevista per la sua piena realizzazione non è compatibile con i termini stabiliti per la chiusura dei programmi 2007-2013”. “In pratica – spiega la Ferrara – la Regione a dicembre 2014 pubblica un bando rientrante nella vecchia programmazione – così come attesta la foto allegata – e per negligenza o incapacità non ne dà mai attuazione. Eppure ci sarebbe stata sia la copertura finanziaria che i tempi tecnici di attuazione se solo ci fosse stata anche la volontà di pubblicare una graduatoria definitiva nei tempi previsti.

Tocca ricordare che sono tantissimi i giovani calabresi che hanno riposto speranze per un futuro lavorativo in questo bando, 181 quelli che risultarono ammessi alla prima graduatoria. Di questi circa una trentina, subito dopo la messa in onda del servizio che dava notizia della mia interrogazione, si sono messi in contatto fra di loro e con me perché fortemente indignati dalla mancanza di informazioni sul loro destino e dei 4 milioni di euro dedicati a questo bando.

La risposta arriva solo ora e solo dopo una sollecitazione diretta alla Commissione europea. Si legge “l'amministrazione della Regione Calabria, al fine di garantire la copertura finanziaria del suddetto avviso pubblico, intende proporre finanziamenti nel quadro del cosiddetto Piano Azione Coesione 2014-2020, che dovrebbe essere adottato a breve dalla Regione e successivamente approvato con delibera del CIPE (Comitato interministeriale per la programmazione economica)”. Ancora una volta si rinvia a tempi non meglio specificati e addirittura si dovrebbe ricorrere al Pac 2014-2020, strumento volto al perseguimento delle finalità strategiche della nuova Programmazione europea e non per tamponare le carenze di quella precedente.

Pratica anche lecita, ma chiaro indice di quanto sia scadente il lavoro che il Dipartimento Programmazione sta facendo sul nostro territorio”, conclude l'eurodeputata. I giovani che aspettano ancora una graduatoria definitiva, o almeno una risposta alle numerose sollecitazioni fatte agli uffici del Dipartimento Attività Produttive, si dicono fortemente indignati dal totale disinteresse registrato. “Senza l'interrogazione di Laura Ferrara avremmo mai avuto una risposta su questo bando? Ci saremmo aspettati maggiore chiarezza e più attenzione. La Regione – lamentano – rema contro lo sviluppo della nostra terra e danneggia anche economicamente chi, come noi, prova attraverso aiuti comunitari a rimanere in Calabria creando attività produttive e quindi sviluppo. La partecipazione a questo bando è costata ad ogni partecipante circa mille euro fra spese per la compilazione della pratica e viaggi a Catanzaro. Nessuno ci restituirà questi soldi ma almeno avrebbero potuto darci dalle risposte”.