In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Patrimonio culturale, Girifalco partecipa all’Art Bonus: come aderire

Catanzaro Attualità

Dopo il sì del Consiglio Comunale di Girifalco, è stato pubblicato sul sito dell’ente (http://www.comune.girifalco.cz.it/) l’avviso sull’art bonus. Si tratta di un’iniziativa promossa e realizzata dal Presidente del Consiglio, Elisabetta Ferraina, che ne sta seguendo l’evoluzione in ogni suo passo.

Ma di cosa si tratta nello specifico? Il decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83, convertito con modificazioni nella legge 29 luglio 2014, n. 106, ha introdotto, nell’ambito delle disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo, un credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura (il cosiddetto “Art-Bonus”).

Il Consiglio Comunale di Girifalco, il 29 ottobre, ha deliberato di utilizzare i fondi che saranno reperiti tramite le donazioni destinandoli al restauro conservativo della fontana Carlo Pacino e la biblioteca Comunale “Rosario Rubbettino” Progetto Bibliotec@mo.

Il versamento può essere effettuato sul conto corrente bancario intestato al Comune di Girifalco, presso la tesoreria comunale Banca Carime Spa - Filiale di Girifalco - Via Milano- Codice IBAN: IT88Q0306742590000000010169. La causale deve contenere la dicitura: "Art Bonus - Erogazione Liberale per il Comune di Girifalco per (indicare il bene che si intende finanziare)".

Perché conviene donare è semplice. L’articolo 1 del decreto-legge introduce un regime fiscale agevolato di natura temporanea, sotto forma di credito di imposta, in favore delle persone fisiche e giuridiche che effettuano erogazioni liberali in denaro per interventi a favore della cultura e dello spettacolo, nella misura del 65%. Il credito d’imposta è riconosciuto alle persone fisiche e agli enti non commerciali nei limiti del 15 per cento del reddito imponibile; ai soggetti titolari di reddito d’impresa nei limiti del 5 per mille dei ricavi annui.

“Da questo momento - ha detto il presidente del Consiglio, Elisabetta Ferraina, i cittadini e le imprese potranno fare donazioni dirette e avere un sconto fiscale da detrarre, in tre anni, dall'Irpef. Nello specifico le erogazioni liberali andranno a sostenere il Restauro conservativo della fontana Carlo Pacino simbolo della nostra Girifalco e la Biblioteca Comunale”.

“Il primo intervento di restauro – ha spiegato ancora Ferraina - prevede una serie di operazioni: il risanamento del materiale lapideo, l’applicazione di filtri depurativi di ultima generazione, la presentazione estetica, e la manutenzione ciclica del manufatto per almeno tre anni. Il secondo intervento, battezzato come Bibliotec@mo, consiste nella rifunzionalizzazione degli spazi bibliotecari e sviluppo delle attività integrate. La novità principale sta nella sezione dedicata alla psichiatria, dove sarà possibile reperire testi e materiali antichi da cui sarà possibile estrapolare materiale utile anche all’elaborazione di tesi di laurea. Lo spazio dedicato alla psichiatria non sarà, però, solo un luogo di lettura”. “L’obiettivo – ribadisce la presidente del Consiglio - è quello di rendere tale spazio come uno strumento di interazione con esperti della materia mettendo a disposizione il patrimonio librario ed i documenti necessari allo studio, all'aggiornamento e alle richieste informative e culturali dei docenti, dei ricercatori, degli studenti nel campo della psichiatria, psicologia, psicoterapia, psicofarmacologia. Oltre alla attività di prestito dei libri, in costante crescita, la biblioteca ospiterà una serie di iniziative che vedranno coinvolti i lettori, dai più piccoli fino agli adulti”.

Ferraina ci tiene poi a sottolineare che per l’Amministrazione Comunale “salvaguardare il proprio patrimonio architettonico e culturale significa sostenere e promuovere lo sviluppo socio-economico del territorio. La scelta è caduta su un bene storico simbolo della nostra identità cittadina, come la Fontana in stile barocco fu costruita nel 1663, e che si è guadagnata, nell’immaginario comune, la definizione di “fontana del diavolo” e sulla Biblioteca Comunale un luogo che potrebbe dare grande forza al nostro sistema culturale, che va sostenuto e incentivato. Con una donazione da oggi è possibile farlo”.

La presidente, poi, si spiace per non aver potuto estendere questo progetto ad altre due iniziative Ri_vedi il Centro Storico e il Progetto Teatro-Scuola, quest’ultimo proposto dal consigliere comunale Teresa Signorello. Ma i progetti ammessi a tale procedura, spiega, sono risultati essere solo il restauro della fontana e Bibliotec@mo.

“Ringrazio anticipatamente quanti vorranno contribuire a rendere possibile questo progetto, fondamentale in tal senso sarà il ruolo dei mecenati. Attraverso coloro che effettueranno le erogazioni liberali – dice ancora Ferraina - sarà possibile conferire una forma di riconoscimento morale al mecenate senza che questo rappresenti un obbligo per l’ente beneficiario. In tale ottica è accettabile menzionare nel sito web degli enti beneficiari, previa opportuna liberatoria da parte del mecenate, un pubblico ringraziamento a quest’ultimo (solo citando il nome o la ragione sociale senza far riferimento al marchio, attività, prodotti, etc). Analogamente sul sito www.artbonus.gov.it è prevista una pagina di pubblico ringraziamento per i mecenati che forniranno i dati relativi alle loro erogazioni corredati da opportuna liberatoria. Per avere maggiori informazioni chiunque può contattarci sulla pagina FB del Comune di Girifalco o visitare il sito ufficiale Art Bonus del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo”.