In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Flash mob per la “Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità”

Cosenza Attualità
domenico-lo-polito.jpg

A tutela della dignità della persona e nel rispetto della diversità. Anche quest'anno la Special Olympics Italia, programma internazionale di allenamenti e competizioni atletiche per persone con disabilità intellettiva, celebrerà, sabato 3 dicembre, alle ore 16, la "Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità", realizzando un Flash Mob, danza a cui partecipano atleti disabili, familiari, sostenitori, amici e volontari.

Obiettivo è condividere questa giornata con tutte le realtà presenti sul territorio: scuole, federazioni, associazioni sportive Enti di Promozione, Istituzioni , che lavorano pure per migliorare la qualità della vita di queste persone.

Sarà la città di Rende ( sede provinciale), e precisamente il Centro commerciale Metropolis, il luogo più vicino al capoluogo del Pollino, dove la referente del Progetto Scuola Special Olympics Italia - Team Calabria e direttrice provinciale , la castrovillarese Mariella Greco, darà vita al momento di coinvolgimento insieme con la Polisportiva del Pollino guidata da Luigi Filpo, con il Delegato Provinciale del Coni di Cosenza, Francesca Stancati, con Luciano Bove per l’Ufficio Scolastico Territoriale, con il Centro Sportivo Italiano rappresentato da Giorgio Porro, con la Federugby Calabria, guidata da Salvatore Pezzano, e con il Consigliere Nazionale Coni Pino Abate.

L'esortazione ai cittadini del Sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, che è anche Assessore allo Sport, insieme a quello di Giuseppe Russo, Assessore ai Servizi Sociali, "è di partecipare ad un gesto che vuol dire, soprattutto, attenzione sostanziale all'altro, e non solo rispetto dei diritti; perché costruire una vera socialità non può che passare da esperienze d’inclusione concrete e di vera condivisione: l'energia vera per rendere e costruire una vera civiltà, ed il piglio giusto per approcciarsi".