In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Massimo Ranieri al Festival d’Autunno con il suo nuovo album

Catanzaro Spettacolo

"Malìa è il mio omaggio jazz a Napoli". Con queste parole Massimo Ranieri ha presentato il suo progetto realizzato lo scorso anno e con il quale sarà ospite lunedì 5 dicembre al Festival d’Autunno, diretto da Antonietta Santacroce. Non un semplice omaggio ma un ennesimo tributo a quelle canzoni che da sempre sono nel cuore del cantante partenopeo.

La storia di Massimo Ranieri è piena di “sfide” con sé stesso. Cantante, attore e showman non sorprende più per la sua voglia di esplorare nuovi mondi che lo conducono su strade sempre nuove, con cui completa il suo stato di artista a 360°.

Malìa è, probabilmente, la sfida più difficile affrontata nella sua lunga e articolata carriera. Non la solita operazione nostalgia con cui Ranieri calca i palcoscenici di mezzo mondo, ma un percorso affrontato con il supporto di musicisti jazz che il mondo intero ci invidia: una band all-star formata da Enrico Rava, alla tromba e al flicorno, Stefano Di Battista, ai sax alto e soprano, Rita Marcotulli al pianoforte, Stefano Bagnoli, alla batteria, e Riccardo Fioravanti, al contrabbasso.

È con loro che Massimo Ranieri si è rimesso in discussione, buttandosi in un territorio a lui sconosciuto come il jazz. Al Teatro Politeama di Catanzaro mostrerà questa nuova immagine artistica e umana che va oltre le mode e i cliché, regalando emozioni forti fatte di tecnica, virtù, sentimento, cuore e testa.

Le grandi canzoni napoletane degli anni '50 e '60 rivivranno nella nuova ed elegantissima veste musicale esaltando anche canzoni meno conosciute, oltre alle amatissime Anema e core, Resta cu'mme e Io, ‘na chitarra e ‘a luna. Non mancherà nel corso della serata un tributo all'amato amico Pino Daniele.

“È sempre stato uno dei miei desideri – ha commentato Antonietta Santacroce – riuscire a ospitare un artista versatile come Massimo Ranieri, la cui storia ne esprime ampiamente il valore. E “Malìa” è sicuramente un altro interessante capitolo di una carriera in continua evoluzione. Mi piace ricordare il successo ottenuto con la sua esibizione del concerto di apertura nell’ultima edizione di “Umbria Jazz”. Le qualità vocali di Massimo Ranieri e quelle musicali di una band formata da grandi jazzisti non mancheranno d’incantare anche la platea del Festival d’Autunno”.

A conferma dell’interesse suscitato con la prima uscita, in concomitanza con il concerto di Catanzaro giorno 2 dicembre uscirà il cd “Malìa – parte seconda”, ancora con la produzione di Mauro Pagani.