In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Università Magna Graecia, ricerca a portata di “click”

Catanzaro Sanità

L'accesso "aperto" alla comunicazione scientifica, tra archivi e riviste digitali, è l’oggetto dell’iniziativa che si terrà il prossimo 1 dicembre, con inizio alle ore 11, presso l'edificio Bioscienze (aula G8, livello I) del Campus universitario di Catanzaro, in località Germaneto. L’iniziativa si deve allo European Documentation Centre, istituito presso l’università Magna Grecia del capoluogo e al Centro di Documentazione di Storia della Medicina Cassiodoro.

Il tema è solo apparentemente da addetti ai lavori. Da molti anni, infatti, atenei e istituzioni scientifiche, con il supporto della Conferenza dei rettori e della Commissione Europea, dimostrano grande interesse verso lo sviluppo e lo sfruttamento di canali innovativi di editoria digitale, realizzati a costi sostenibili e ispirati ai principi dell’open access, l’accesso aperto ai risultati della ricerca scientifica. Lo scopo è rendere disponibile in forma gratuita a tutta la comunità accademica, studenti compresi, i prodotti della ricerca, a migliorare e a valorizzare l’impatto dei risultati della ricerca stessa, ad incrementare il prestigio dell’Ateneo e a renderlo competitivo rispetto ad altre istituzioni analoghe.

I lavori saranno introdotti da Alfredo Focà e conclusi da Stefano Alcaro, entrambi docenti dell’UMG. Le relazioni saranno invece affidare a tre accademici dell’Università di Messina: Nunzio Femminò, che si occuperà di riviste ad accesso aperto; Benedetta Aloisi, che approfondirà il tema dell’open access e policy istituzionale; Giuseppe Bonanno, che parlerà di archivi istituzionali.

Obiettivo dei promotori dell’iniziativa è fornire un servizio di supporto per le strutture dipartimentali e di ricerca di atenei che progettano la fondazione di uno strumento digitale ad accesso aperto o hanno in programma la trasformazione in digitale ad accesso aperto di un periodico già esistente in versione cartacea. L’evento è finalizzato anche all’acquisizione di nuove competenze e nuovi strumenti operativi nell’ambito dei processi di progettazione, configurazione e gestione di riviste on line prodotte dalle strutture dell’ateneo.