In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Mediterraneo Possibile presente al percorso di formazione sulle opportunità europee

Crotone Attualità

Salvatore Ventura, iscritto al Comitato Mediterraneo Possibile di Crotone, parteciperà i prossimi 20 e 21 Ottobre, ad un percorso di formazione sulle opportunità europee, e su come si possono declinare sui nostri territori, allo scopo di conoscere il funzionamento della complessa macchina istituzionale europea, precondizione necessaria per imparare a sfruttarle meglio.

Questa opportunità nasce dall’impegno di Possibile, in una costante operazione di verità e verifica dei fatti sull’Unione Europea, le sue politiche, le sue dinamiche, i diversi attori e le diverse responsabilità.

"Con questi obiettivi - scrive Davide Dionesalvi Portavoce Comitato "Mediterraneo Possibile"- il nostro partito ha deciso, insieme al Comitato Scientifico e grazie alla disponibilità e il supporto del Comitato di Possibile René Magritte di Bruxelles, di offrire questo percorso formativo a Salvatore e ad altri 39 partecipanti, selezionati tra gli iscritti di Possibile di tutta Italia e che prevede l’approfondimento di alcuni temi a partire dalla mappatura istituzionale e degli atti comunitari, alle infrazioni, alla disciplina degli Aiuti di Stato, degli appalti pubblici e delle concessioni, e fino al quadro dei maggiori finanziamenti a gestione diretta (Europe for citizens; Creative Europe; EU Aid Volunteers initiative; COSME)."

"Come con il Tour Ri-Costituente,- prosegue il portavoce - Possibile vuole anche in questo caso mettere a disposizione dei propri iscritti gli strumenti di cui dispone – a partire dalle competenze degli iscritti stessi – perché attraverso una maggiore consapevolezza e partecipazione si possa creare valore aggiunto e moltiplicare questo valore. E per farlo è necessario far comprendere quanto l’Unione Europea sia vicina alla dimensione territoriale e quali e quante siano le opportunità da imparare a cogliere, investendo sulle competenze anche complesse che sono necessarie per partecipare a bandi, per scrivere progetti, trovare partner europei con cui creare sinergie e mettersi in gioco. Perché se un un’altra Europa è Possibile, dipende anche da noi."