In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Una marea di giovani in nome della legalità, e un solo grido: buon compleanno Dodò

Crotone Cronaca

Oggi sarebbe divenuto maggiorenne: avrebbe compiuto difatti 18 anni l’allora “piccoloDodò Gabriele, vittima innocente della mano della criminalità a soli 11 anni.

Quel triste giorno del 2009 è rimasto impresso nei cuori di tanta gente, non solo della sua città, Crotone, ma di un intero Paese. E proprio oggi, data del suo compleanno più di tremila studenti hanno riempito Piazza della Resistenza, in una marea di persone che si perdeva a vista d’occhio.

L’occasione è stata quella della sesta Giornata della Legalità, intitolata proprio a Domenico, iniziata in un teatro Apollo zeppo di giovani che hanno voluto far sentire la loro presenza, la loro vicinanza: alla famiglia di Dodò, all’intera comunità cittadina.

Con loro Giovanni e Francesca Gabriele, papà e mamma della piccola vittima di mafia, ma anche i coordinamenti di Libera, l’associazione di Don Ciotti; intanto uno striscione sventolava con su scritto, semplicemente ed amorevolmente, “Buon compleanno Dodò”.

La Libertà, la solidarietà morale e civile, la legalità: questi secondo le parole del prefetto Maria Tirone gli strumenti a disposizione per combattere la criminalità. Gli fa eco Emilio Ledonne, ex procuratore nazionale antimafia, invitando ad una “rivoluzione morale” e all’abbandono della “rassegnazione” e dell’omertà.

IL SINDACO: DODÒ FIGLIO DI TUTTA LA COMUNITÀ

“Ringrazio … i genitori di Dodò che hanno trasformato il loro dolore in un esempio per tutti noi. Oggi ci sentiamo più che mai vicini a questi due genitori, il cui figlio che ci guarda dall'alto, è diventato il figlio di tutta la comunità di Crotone”.

Così, invece, il sindaco di Crotone Ugo Pugliese che ha voluto ringraziare anche Libera e l'associazione che porta il nome di Dodò per aver organizzato la giornata. E un grazie il primo cittadino l’ha riservato inoltre “ai bellissimi ragazzi delle scuole” ha detto “che hanno sfilato con gioia nelle strade della città e partecipato con grande sensibilità alla cerimonia davanti al palazzo Comunale”.

Tanti anche sindaci della provincia che hanno voluto essere testimoni e partecipi di questa iniziativa dedicata a Dodò ma anche alla legalità. Presenti poi i prefetti Panico e Tirone, associazioni, sindacati. “Il pensiero collettivo – ha concluso Pugliese - va ai 108 bambini uccisi dalla criminalità, i cui nomi sono risuonati in piazza”.