Aiutò il latitante Natale Trimboli, ai domiciliari per favoreggiamento

Reggio Calabria Cronaca

Avrebbe agevolato la latitanza di Natale Trimboli (47), considerato dagli investigatori come un soggetto con ruoli di primo piano nella cosca Trimboli-Marando di Platì.

Per questo un 40enne di Molochio, Carmine Luci, è stato arrestato dai carabinieri per favoreggiamento personale in concorso, dovendo scontare ai domiciliari la pena di un anno, due mesi e nove giorni. Il provvedimento è stato emesso dalla Procura della Repubblica di Palmi, nel reggino.

Luci fu arrestato il 20 gennaio dell’anno scorso, insieme ad altre due persone, durante il blitz che portò alla cattura di Trimboli, ricercato in ambito interazionale e allora inserito, tra l’altro, nell’elenco dei latitanti pericolosi del Ministero dell’Interno. Secondo gli investigatori i tre presunti favoreggiatori, tra cui il 40enne, avrebbero fornito al ricercato ospitalità e sostegno logistico.

40 notizie correlate