In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Il Cruc dell’Unical guadagna il titolo nazionale di podismo

Calabria Sport
Greco - Sanchez

Nella ventottesima edizione del Campionato Italiano Universitario di podismo, ospitato nelle strutture sportive dell’Università di Padova, la squadra del Circolo Ricreativo dell’Università della Calabria è riuscita a distinguersi con una prestazione di assoluto rilievo tecnico che, ribaltando i pronostici della vigilia, ha proiettato l’Ateneo calabrese ai vertici del movimento nazionale. Su un percorso di 10km, caratterizzato da numerosi tratti di sentiero sterrato e che ha visto la partecipazione di oltre 300 atleti in rappresentanza delle varie Università, l’Ateneo calabrese è infatti riuscito ad incoronare ben due campioni italiani. Si tratta del Dottor Edoardo Sanchez e del Professor Gianluigi Greco, che hanno rispettivamente conquistato il titolo di campione italiano nella categoria under 35 (Amatori) e nella categoria over 35 (SM35) – categorie che, peraltro, sono tra le più competitive tra quelle definite sulla base dei regolamenti della Federazione Italiana di Atletica Leggera. A completare il medagliere dell’Unical, si aggiungono inoltre il quarto e il quinto posto di categoria SM35 del Professor Francesco Gagliardi e dell’Ingegner Alessandro Vitale.

“È stata una bellissima giornata di sport”, sottolinea il Prof. Greco, “in cui sia i risultati individuali sia quelli di squadra sono andati ben oltre le nostre più rosee aspettative. È un successo che è riuscito a costruire con caparbietà il Dottor Alessandro Sole, presidente del CRUC, il quale per vari mesi ha lavorato per creare una squadra affiatata e con le potenzialità per riportare il nostro Ateneo ad alti livelli anche nell’atletica leggera, in particolare nelle gare di corsa. Alla fine, la squadra si è caratterizzata come un variopinto affresco della nostra realtà, coinvolgendo assegnisti, PTA e docenti, tutti mossi dallo stesso forte spirito di appartenenza all’Unical. I risultati sono arrivati, ma il progetto che abbiamo sostenuto non mirava alla prestazione tecnica fine a sé stessa, quanto piuttosto alla creazione di un spazio di socialità, di partecipazione, di confronto e di condivisione di esperienze. In questo ambito, che rappresenta l’essenza stessa dello sport, penso vada ricercata la vittoria più importante che oggi portiamo a casa da questi campionati.”

Grazie a questo risultato, l’Ateneo calabrese si è candidato di diritto come sede per l’organizzazione dei prossimi campionati nazionali, ponendo dunque le basi per rafforzare nei prossimi anni il proprio blasone e la propria visibilità nel podismo universitario italiano. Progetto ambizioso, quello dell’organizzazione dei campionati, che richiederà molte energie e un grande impegno, che il Circolo Ricreativo dell’Unical, con l’indispensabile sostegno di tutto l’Ateneo, sarà ben lieto di sostenere. Prossimo obiettivo, quindi, riuscire ad avvicinare sempre più universitari a questo splendido sport e a rinfoltire la squadra dell’Unical, in particolare nelle categorie dagli over 50 agli over 60, nelle quali non erano presenti ai blocchi di partenza atleti del CRUC, e nel settore femminile, la cui unica rappresentante è stata la Professoressa Gabriella Mazzulla.