In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

La Calabria protagonista al meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza

Calabria Attualità

Grazie alla collaborazione tra il MEI e CALABRIASONA la musica “made in Calabria” sarà protagonista dal 23 al 25 Settembre a Faenza (RA) al fianco di mostri sacri della musica italiana.

Il MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti è la più importante manifestazione dedicata alla nuova scena musicale indipendente italiana; si configura come una “tre giorni” di concerti, presentazioni musicali e letterarie, convegni e mostre, oltre a una parte espositiva rivolta agli operatori della filiera musicale. Il Mei nei suoi ormai 20 anni di vita ha seguito il settore musicale e i suoi inevitabili mutamenti, restando vicino agli artisti indipendenti, contribuendo alla loro promozione dagli esordi fino al raggiungimento del successo. Oltre alla presenza promozionale con un proprio stand dove verranno presentate le attività, gli eventi, i Festival del circuito e le produzioni targate Calabria Sona, la realtà calabrese prenderà parte ai tavoli di lavoro della Rete italiana dei Festival, all’incontro con i giornalisti musicali e alle tante iniziative in cartellone.

A rappresentare il movimento “Calabria Sona” on stage il 25 Settembre due gruppi “made in calabria” di grande spessore. Gli emergenti AMAKORA’, gruppo di musica etnopop formato da giovani talentuosi e con un grande amore per la propria terra e le proprie origini, che presenteranno il loro nuovo disco VIVA STA VITA e uno dei gruppi più longevi del panorama calabrese i Sabatum Quartet.

Gli AMAKORA’ dalla provincia di Vibo, sono partiti con la vittoria al Kaulonia Tarantella Future 2013, passati poi dal gran premio manente e consacrati dai tanti concerti in giro per la Calabria; questi giovani musicisti in questi anni hanno studiato molto, hanno fatto tante esperienze, hanno sperimentato, hanno perfezionato il loro mondo musicale ma non hanno rinunciato ad indirizzare le loro nuove consapevolezze e conoscenze sulla musica che viene dalla loro terra, sulle parole e sui testi che hanno un significato profondo, che parlano di una cultura e di un mondo fatto di valori e di gente vera. Un sound ricercato anche negli arrangiamenti, mai banali e ricchi di strumenti della tradizione suonati però in modo moderno e innovativo, sonorità coinvolgenti che destano entusiasmo. Un incontro musicale di differenti suoni che scoprono, attraverso strumenti di diversa origine etnica, il piacere di stare insieme non solo alla tarantella e ai testi tradizionali.

Il Sabatum Quartet nasce nel 2005 da un’idea di Trieste Marrelli, Roberto Bozzo e Antonio Ungaro. Il vero esordio del trio è datato luglio del 2005, ma subito dopo, l’ensemble, diventa “quartet” con l’ingresso della flautista Rosa Mazzei. Oltre 10 anni di musica, passioni, contaminazioni, concerti e viaggi. 7 dischi all’attivo, tour internazionali tra Argentina, Canada, Stati Uniti, Svizzera, Belgio, Germania; Vincitori del “Premio Sabatum” come migliore band nel 2006, terzi al “Roma Videoclip Festival” nel 2009, premiati a Roma al festival “Profumi e sapori di Calabria” come migliore realtà artistica calabrese, nel 2015 il gruppo festeggia con un tour evento, un libro e un nuovo disco i 10 anni di attività nella world music.

Ad impreziosire il tutto la presentazione nazionale ufficiale del nuovo disco del grande, unico e inimitabile Otello Profazio premio Tenco 2016 – “la ballata del bergamotto” prodotto dalla Marasco Comunicazione in collaborazione con Calabria Sona.

Calabria Sona continua cosi la sua attività di valorizzazione della musica “made in Calabria” dopo il lancio di “Calabria Sona Music Radio” – “Calabria Sona Music Channel TV” e di tutte le altre piattaforme promozionali.