In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Ferrara (M5S): Consultazione del pubblico sul Piano Regionale dei Rifiuti

Calabria Politica

“Il 24 settembre sará il termine finale entro cui i cittadini, i comitati, le associazioni e chiunque abbia interesse, potranno inviare alla Regione Calabria le osservazioni scritte al Piano Regionale di Gestione dei rifiuti”. E’ Laura Ferrara, parlamentare europea del M5S, a ricordare che il 26 luglio scorso é stato pubblicato sul BURC l’avviso della seconda fase di consultazione, nell’ambito del processo di Valutazione Ambientale Strategica, che consentirá a chiunque di presentare osservazioni allo strumento di pianificazione della gestione regionale dei rifiuti per il periodo 2017-2022.

L'obbligo di adottare piani di gestione dei rifiuti conformi alla direttiva quadro n. 98/2008, spiega la parlamentare pentastellata "era stato oggetto di una discussione parlamentare a Bruxelles, dopo la presentazione di una petizione, nel 2013, da parte degli attivisti del MU di Cosenza. A seguito della petizione, dal Parlamento europeo fu inviato al Presidente Oliverio, nel 2014, un sollecito al fine di adottare un PRGR in linea con la legislazione europea, previa consultazione della popolazione locale. Inoltre, sempre nel 2014, la Commissione europea avvió un’indagine di iniziativa (EU Pilot) volta ad accertare se la Calabria disponesse di un piano di gestione dei rifiuti conforme, concludendosi negativamente. Neanche i solleciti del Ministero dell’Ambiente, incalzato dalla Commissione Europea, servirono ad evitare che la Calabria fosse menzionata, insieme ad altre regioni italiane, in una lettera di messa in mora ex art. 258 del TFUE (procedura di infrazione 2015/2165) per violazione degli artt. 28, 30 e 33 della direttiva n. 98/2008, a causa del mancato aggiornamento del Piano regionale di gestione dei rifiuti".

"Solo nel 2016 - continua Ferrara - é stata avviata dagli uffici della Regione la procedura di redazione del nuovo piano, i cui elaborati sono stati pubblicati sul sito del Dipartimento Politiche dell’Ambiente (http://www.regione.calabria.it/ambiente/, sezione “VAS” alla voce “Procedimenti in corso – Procedure VAS” e ttp://www.regione.calabria.it/ambiente/, sezione “Rifiuti”, alla voce “Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti 2016”). Tutti i cittadini possono ora prenderne visione e dare, se lo vorranno, il proprio contributo. “L’aggiornamento del PRGR, avviato con estremo ritardo - dichiara Laura Ferrara - avrá dirette conseguenze sull’ambiente e sulla salute dei cittadini calabresi, ai quali deve essere garantito il massimo coinvolgimento in questa fase. Da esso dipenderanno gli indirizzi e le misure per l'incremento della raccolta differenziata, per la riorganizzazione impiantistica della regione e per favorire l' economia circolare basata sull' uso di materiali ambientalmente sostenibili e riciclabili. Da decenni, in questo settore, stiamo assistendo a decisioni calate dall’alto che hanno spesso avuto come conseguenza lo scempio dei territori e lo spreco di fiumi di denaro pubblico”.