In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Disagi A3, Anas: “Colpa delle eccezionali condizioni meteo”

Calabria Infrastrutture

“Il parziale allagamento del tratto dell'autostrada A3 a Palmi, che comunque non ne ha causato la chiusura, è stato causato dalla eccezionalità delle condizioni meteo e non da presunti problemi di cattiva qualità della costruzione dell'arteria”. Lo scrive l’Anas in merito alle condizioni metereologiche che hanno portato ai rallentamenti sull’A3.

“Infatti la giornata di ieri, 9 agosto 2016, è stata caratterizzata in Calabria da precipitazioni di carattere straordinario e da una vera e propria bomba d’acqua di particolare intensità, nel corso della quale in meno di tre ore si sono riversati al suolo circa 100 mm di pioggia (dati ARPACAL). Tali precipitazioni hanno causato caduta di fango e detriti su tutta la rete stradale calabrese, sia sulla rete stradale e autostradale gestita da Anas, sia sulla viabilità comunale e provinciale, provocando ad esempio forti difficoltà nel centro abitato di Palmi e in corrispondenza dell’ospedale cittadino.

Sulla rete di competenza Anas, l’unica chiusura al traffico effettuata nella giornata di ieri ha riguardato la strada statale 18 “Tirrena Inferiore”, dove acqua e fango provenienti da monte hanno invaso la carreggiata ed è stato necessario chiudere il tratto tra Seminara e Scilla, in provincia di Reggio Calabria. Sul tratto sono state avviate subito le attività di pulizia del piano viabile; la strada è stata riaperta a senso unico alternato alle ore 15,30 e successivamente riaperta totalmente alle ore 18,00.

Sul tratto dell’autostrada A3, tra i km 403,200 e 403,500 della carreggiata sud all’altezza di Palmi, a causa della intensità delle precipitazioni, si sono verificati, dalle scarpate adiacenti la carreggiata autostradale, alcuni rilasci localizzati di fango ed acqua che hanno invaso la corsia di marcia del piano viabile. Tuttavia, nonostante la straordinarietà dell'evento meteo, l'autostrada non è stata chiusa e le squadre Anas sono intervenute prontamente e hanno provveduto nell’immediato ad attivare un restringimento di carreggiata in direzione sud, indirizzando il traffico solo sulla corsia di sorpasso.

“Nelle diverse ore di pioggia e maltempo l’autostrada è stata costantemente monitorata e non si sono verificati blocchi della circolazione, né danni a veicoli o persone. Il traffico ha subito solo rallentamenti a causa delle forti precipitazioni che hanno spinto gli automobilisti a ridurre la velocità sia sul tratto autostradale che in galleria. Uomini e mezzi dell’Anas sono al lavoro da ieri e sono in fase di completamento le operazioni di rimozione del fango e di pulizia del piano viabile che consentiranno in giornata la rimozione del restringimento e l’apertura al traffico anche della corsia di marcia”.

Nel frattempo è stato rimosso il restringimento di carreggiata sulla A3 ed è stata riaperta la corsia di marcia in direzione sud, all'altezza della galleria 'Santa Lucia' nel territorio comunale di Palmi, in provincia di Reggio Calabria. Il provvedimento si era reso necessario a seguito del violento nubifragio di ieri e per consentire agli uomini e mezzi Anas di completare le operazioni di pulizia del piano viabile.

(ultimo aggiornamento 19:44)