In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Agricoltura. D’Acri: cresce al Sud Pil dell’1%, segnale importante

Calabria Attualità

Il Consigliere regionale Mauro D’Acri, delegato del Presidente Oliverio per i problemi dell’Agricoltura, ha espresso particolare soddisfazione – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta - per le anticipazioni dei dati del Rapporto Svimez che “vedono crescere al Sud il Pil dell’1%, contro lo 0.7 del resto d’Italia. Un segnale – ha detto D’Acri - non di poca importanza, se si considera che a trainare la ripresa economica del Meridione è stata soprattutto, ed ancora una volta, l’agricoltura (+7,3%)”. In particolare, la Calabria, per l’eccezionale performance dell’agricoltura, che ha determinato ricadute positive sulla ricchezza dell’intera regione, è cresciuta dell’1,1%. L’altro dato di grande rilevanza per il comparto agroalimentare calabrese è l’incremento dell’occupazione: unico settore nel quale il numero di nuovi posti di lavoro è cresciuto rispetto all'anno precedente: +1,3 per cento.

“La crescita del Pil nelle regioni del Sud – ha detto D’Acri - ha beneficiato nel 2015 anche della chiusura della programmazione dei Fondi strutturali europei 2007-2013, che ha portato ad una notevole accelerazione della spesa pubblica. La Regione, tra l’altro, ha insediato oltre quattrocento nuovi giovani imprenditori che, a loro volta, hanno creato nuove opportunità di lavoro e sviluppo, favorendo quindi incremento occupazionale e crescita del Pil. Oltre al duro lavoro di questa Giunta regionale e del Dipartimento “Agricoltura”, c’è da sottolineare che l’agricoltura calabrese ha reagito bene alla congiuntura negativa, grazie anche alla forte determinazione e serietà di tante aziende calabresi, alcune delle quali già affermate, insieme alle nostre produzioni di qualità, su mercati internazionali”.