In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Carburante agricolo, Coldiretti: “Bene approvazione delibera semplificazione”

Calabria Attualità

Ha visto finalmente la luce la delibera della Giunta Regionale che semplifica le norme e le procedure per l’assegnazione del carburante agricolo alle imprese. Infatti, accogliendo le richieste più volte avanzate dalla Coldiretti Calabria, la Giunta Regionale ha dato il via alla semplificazione amministrativa, valorizzando la sussidiarietà, delegando quindi i Centri di Assistenza Agricola (CAA) che sono la casa della semplificazione per l’agricoltura.

“Apprezziamo questo provvedimento - dichiara Molinaro – che, dopo la firma della convenzione con Arcea che dovrà avvenire nel più breve tempo possibile, sicuramente agevolerà gli agricoltori in un periodo cruciale per i lavori in campagna. Questa è la politica buona ed efficiente che piace agli imprenditori agricoli calabresi. Adesso - continua - chiediamo che Giunta Regionale con un provvedimento urgente, deliberi l’assegnazione supplementare di carburante agricolo necessario per maggiori esigenze di irrigazione delle colture, che sono in sofferenza per il grande caldo.

L’andamento climatico – prosegue - ha comportato per le imprese agricole la necessità di incrementare i turni di irrigazione. Al fine di far fronte al periodo siccitoso e non compromettere la raccolta, le aziende hanno impegnato nelle pratiche colturali straordinarie maggiori consumi di carburante. In applicazione quindi dell’art. 2 del D.M. del 26 febbraio 2002 lettera (b e viste appunto le esigenze e difficoltà riscontrate la Giunta – conclude – adotti una specifica delibera in modo da permettere alle aziende agricole di richiedere quote aggiuntive di carburante per uso agricolo per far fronte alle maggiori esigenze di irrigazione supplementare”.