In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Protocollo Regione-MPS per l’accesso al credito delle aziende agroalimentari

Calabria Attualità

Il Presidente della Regione Mario Oliverio ed il Dirigente generale del Dipartimento regionale “Agricoltura” Carmelo Salvino firmeranno, assieme ai Dirigenti del “Monte dei Paschi di Siena”, un protocollo d’intesa per facilitare l’accesso al credito delle aziende del settore agroalimentare. L’Accordo – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta - sarà illustrato nel corso dell’incontro promosso dalla Regione e dalla Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A., che si terrà venerdì prossimo, otto luglio, alle ore undici, nella sede della Cittadella regionale, al quale prenderanno parte, oltre al Presidente Oliverio ed al Dirigente Salvino, anche il Consigliere Delegato dal Presidente per l’Agricoltura, Mauro D’Acri, l’Autorità di Gestione del PSR Calabria Alessandro Zanfino, il Direttore responsabile del settore Agroalimentare della Direzione Generale di Banca Monte dei Paschi Giovanni Bazzini ed il Direttore responsabile dell’area territoriale Sicilia-Calabria dello stesso istituto bancario Giovanni Maione.

L’incontro nasce dalla volontà del Presidente Oliverio di voler siglare un protocollo d’intesa con l’Istituto bancario per promuovere lo sviluppo delle imprese calabresi del settore agricolo. Il protocollo costituisce, dunque, un accordo per facilitare l’applicazione degli interventi legislativi della Regione, con particolare riferimento al Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020, mediante l’accesso al credito ordinario. Con la firma di questo protocollo si auspica una più intensa e fattiva collaborazione fra l’Assessorato “Agricoltura e Risorse Agroalimentari” e la Banca Monte dei Paschi di Siena, che possa dare sostegno e certezze al settore primario dell’economia calabrese che, oltre all’agricoltura stessa ed alla promozione e valorizzazione delle produzioni d’eccellenza, abbraccia i comparti dell’agroalimentare, dell’agroindustria, del turismo rurale ed enogastronomico, dell’agroimpresa e della pesca.

I vertici dei due enti, nel corso di una serie di incontri, hanno stabilito, pertanto, alcune linee programmatiche per l’accordo: facilitare le condizioni di accesso al credito delle aziende che richiedono i finanziamenti del PSR, con particolare attenzione a quelle di piccole e medie dimensioni. Ma anche promuovere la disponibilità e la professionalità nella consulenza da prestare in favore delle imprese e pubblicizzare il protocollo d’intesa con Monte dei Paschi con una serie di iniziative ed attività mediatiche, volte all’opportuna formazione dei tecnici del settore. L’accordo prevede di destinare allo sviluppo del comparto agroalimentare un primo plafond di venti milioni di euro per nuovi impieghi, di cui, quindici milioni destinati, in maniera specifica, al sostegno dei beneficiari del PSR Calabria 2014/2020. Tutto ciò assicurando alle aziende, ove il merito creditizio lo consenta, la concessione, con procedura prioritaria, di finanziamenti di credito agrario in tutte le diverse tipologie, breve, medio e lungo termine.

Il Protocollo prevede, inoltre, che questi finanziamenti vengano concessi entro il termine di quindici giorni dalla completa acquisizione della documentazione richiesta dalla Banca e, costantemente monitorati. Scopo principale del protocollo d’intesa è quello di favorire la possibilità di definire, a cascata, specifiche convenzioni tra Banca Monte Paschi di Siena e strutture di rappresentanza di interessi collettivi. E’ questo, un passo molto importante da parte del Dipartimento “Agricoltura” che, tra l’altro, sta chiudendo la fase della valutazione ex-ante del credito, per inserire definitivamente nel Programma di Sviluppo Rurale della Calabria 2014/2020 gli strumenti finanziari, come il fondo di rotazione ed il fondo di garanzia, per favorire l’accesso al credito bancario, da parte degli imprenditori e degli aspiranti beneficiari delle risorse comunitarie offerte dal PSR.