In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Depurazione, Laura Ferrara (M5S): “Ancora nessun intervento ma solo proroghe”

Calabria Attualità

Un'ulteriore proroga arriva dalla Regione Calabria per tutti quei comuni beneficiari del finanziamento per il riefficientamento del sistema depurativo, stanziato a giugno 2015. Il termine fissato del 18 settembre 2015 è stato prorogato, una prima volta, al 30 novembre dello stesso anno, poi al 30 giugno 2016 ed ora a fine settembre 2016. “È la terza proroga in un anno – lamenta Laura Ferrara, eurodeputata del Movimento 5 Stelle, intervenuta su questo tema solo pochi giorni fa -. La Regione Calabria continua ad agire rinviando il problema. Mi chiedo, a questo punto, se abbia invece avviato le dovute verifiche per individuare le responsabilità sui ritardi da parte dei Comuni rispetto ai lavori da effettuare sugli impianti.

“La delibera 182 del 3.6.2015 con cui si stanziavano oltre 8milioni di euro, prevede la possibilità da parte della Regione di revocare il finanziamento in caso di negligenza ed inadempimenti. Rimanendo d'accordo sul fatto che questi fondi sono necessari per tamponare un'emergenza e come si legge nella stessa delibera "garantire il rapido avvio degli interventi... in vista dell'imminenza della stagione balneare al fine di scongiurare il verificarsi di criticità dello stato qualitativo delle acque marino-costiere e affrontare adeguatamente le esigenze legate ai carichi estivi”, non si intravede da parte della Regione Calabria nessun impegno affinché i Comuni rispettino tale convenzione, anzi si continuano ad allungare i tempi oltre la fine della stagione estiva. Questi erano finanziamenti concessi in urgenza, così come gli ulteriori 6milioni di euro stanziati nelle scorse settimane. Con la stessa urgenza – conclude l'eurodeputata – si sarebbero dovuti avviare concretamente i lavori di manutenzione, così non è stato e il risultato è sotto gli occhi di tutti i frequentatori delle coste calabresi”.