In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

I dipendenti della Regione incontrano i calabresi in Lombardia

Calabria Attualità

Commozione e gratitudine, speranza, dignità e tanta nostalgia. Questo è quello che un gruppo dell’A.D.E.R. Calabria (Associazione Dipendenti Ente Regione Calabria), accompagnato da una delegazione del Direttivo costituita, oltre che dallo scrivente, dal Segretario Dott. Claudio Caiola e dal Tesoriere Sig. Luigi Maida, ha colto negli sguardi e nel cuore di conterranei che, nella settimana dal 31 maggio al 5 giugno, hanno dato il benvenuto in Lombardia manifestando una mai dimenticata accoglienza che caratterizza la gente del sud e che ha coinvolto anche le istituzioni del nord.

A ricevere l’A.D.E.R. a Brescia il cosentino prof. Francesco Patitucci ex consigliere provinciale e attuale consigliere comunale, ricopre la carica di Capogruppo ed è membro delle Commissioni Consiliari. Nella sala del Consiglio Provinciale una calorosa accoglienza da parte del Vice Presidente dott. Diego Peli, con il quale ci si è intrattenuti sulle attuali problematiche dell’emigrazione

Da Brescia a Mantova, capitale della cultura, dove l’A.D.E.R. è stato accolto e accompagnato ad una visita nell’incantevole “Palazzo Te”, dal Cavaliere all’Ordine al Merito della Repubblica Italiana Giovanni Frijio (originario di Cutro), che ha consegnato all’A.D.E.R. un suo libro “I primi veri cittadini europei” testo sul fenomeno migratorio, con la richiesta di farne omaggio al Presidente della Giunta.

Insieme al Cav. Frijio abbiamo avuto il piacere di condividere la giornata con il Cav.Giuseppe Guarino (originario di Isola di Capo Rizzuto) il piu’ giovane d’Italia ad avere ricevuto l’onorificenza di Cavaliere all’Ordine al merito della Repubblica Italiana a soli 36 anni, per i numerosi meriti di volontario. E’da circa 8 anni Presidente dell’Associazione di Volontariato A.R.C.E.S. di Viadana che iscritta nell’albo delle Associazioni Volontariato della Lombardia e della Calabria, opera incessantemente, con grande dedizione, per l’integrazione degli emigrati al nord e nel sostegno alle famiglie bisognose. Dal grande fervore dell’incontro e dalle affinità elettive delle due Associazione è nato l’accordo di un gemellaggio.

Grazie all’intervento delle istituzioni, nel pomeriggio l’A.D.E.R. ha avuto l’esclusiva possibilità di visitare la filiera delle cantine Contadi Castaldi in Franciacorta, incontro culturale con commenti di un esperto e osservazione della lavorazione dei vini che è culminato con l’assaggio delle famose bollicine rinomate in tutto il mondo.

Il giorno dopo, grazie all’intervento del nostro ex collega regionale Giuseppe Mancuso, ora funzionario dei Beni Culturali e Ambientali, l’A.D.E.R. ha avuto la possibilità di godere della visione del Cenacolo vinciano.

Nel pomeriggio, finalmente, l’incontro con un’altra eccellenza calabrese, il Presidente dell’Associazione Calabrolombarda Dott. Salvatore Tolomeo, molto vicino alla nostra Associazione, intervenuto con alcuni amici industriali calabresi che operano al nord. Il Tolomeo ha omaggiato il sottoscritto e la stessa A.D.E.R. con la tessera dell’Associazione che rappresenta.

Il giorno dopo visita a Verona, Sirmione, il favoloso Lago di Garda.

Stanchi ma felici per aver visitato siti di grande interesse culturale e per aver condiviso con dei conterranei che, con la loro accoglienza e il loro intervento, hanno reso la gita altamente gradevole, l’A.D.E.R. è rientrata a Catanzaro con la consapevolezza che nessun meridionale si possa sentire solo, neanche nelle grandi città del nord. A costruire una rete di solidarietà hanno contribuito, con i propri sacrifici, con la loro nostalgia, la loro speranza, tanti conterranei che, come raccontava il nostro poeta Franco Mustari, che ha deliziato con le sue rime il gruppo, hanno avuto il coraggio e la costanza di non mollare mai.