In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Torneo delle Regioni. Seconda giornata ricca di rimpianti per la Calabria

Calabria Sport
L'abbraccio tra Artese e Familiari

La seconda giornata di gare del Torneo delle Regioni Calabria 2016 ci regala tre sfide contro la Lombardia: nelle due giocate di mattina, i Giovanissimi subiscono la maggiore tecnica degli avversari che vincono, meritando, con un perentorio due a zero.

Mister Mercuri schiera gli undici iniziali con qualche cambiamento rispetto alla bella vittoria contro la Basilicata e deve ancora rivoluzionare la formazione a causa di due infortuni dopo quindici minuti. Tuttavia la squadra, pur soffrendo, tiene bene contro un avversario ben messo in campo e abile sia tatticamente che tecnicamente.

Allo scadere della prima frazione di gioco la Lombardia trova il vantaggio con Trussardi e per Boito e compagni è ancora più dura; nella ripresa la reazione dei ragazzi c’è ma è la Lombardia a trovare il raddoppio con Colombo. Nonostante tutto la Calabria continua con il suo gioco, ma alla fine la Lombardia non rischia più di tanto meritandosi ampiamente il successo.

Nella categoria Allievi, Villa e compagni giocano un gran calcio al cospetto dei campioni in carica, tenendo il campo molto bene senza correre alcun rischio. Una gara molto tattica, in cui emergono delle individualità di cui sentiremo certamente parlare ed in cui la tecnica primeggia su tutto il resto. Proprio per questo motivo il primo tempo termina a reti bianche con rare occasioni da segnalare.

Nella ripresa il canovaccio non cambia anche se la Lombardia comincia a prendere possesso del campo: Rotondaro deve intervenire più volte per tenere inviolata la propria porta e far rimanere in partita la propria squadra. Quando meno te lo aspetti, infine, proprio a pochi minuti dal termine è Palestro a regalare il vantaggio alla Lombardia con un sinistro a giro che termina la propria corsa lì dove Rotondaro non può arrivare. Con l’orgoglio che contraddistingue i De Sensi boys, la Calabria si riversa in avanti alla ricerca disperata del pareggio, ma il tempo scorre inesorabilmente ed il triplice fischio dell’arbitro determina la seconda vittoria per la Lombardia che può già festeggiare il passaggio del turno con un turno di anticipo.

Nel pomeriggio è la volta della Juniores: i campioni in carica scendono in campo contratti e non riescono a trovare le geometrie giuste per scardinare la difesa calabrese. Il merito va tutto ai ragazzi di Andreoli che si dispongono in campo diligentemente, eseguendo alla perfezione i dettami tattici dell’allenatore, imprimendo alla gara un ritmo alto. Il primo tempo termina a reti bianche, ma con una consapevolezza maggiore di poter centrare il colpaccio; nella ripresa la doccia fredda arriva al 10’ quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la sfera arriva sui trenta metri a Turino, è abile a stoppare di petto ed a scagliare un gran tiro al volo che si insacca proprio sotto l’incrocio. Un grande gesto tecnico che si è meritato gli applausi del folto pubblico presente sulla tribuna del Centro Tecnico Federale.

La voglia di Carvelli e soci di rimettere in piedi la partita è tanta e si vede: con cuore e grinta i ragazzi iniziano a macinare gioco e la Lombardia va in forte difficoltà: al 30’, al termine di una bella azione corale, dalla destra Garofalo fa partire un traversone velenoso sul quale si avventa come un falco Artese che anticipa tutti e realizza la rete del meritato pareggio. Da lì in poi la Calabria ci crede e cerca addirittura di vincerla ma sarebbe stato troppo. Pareggio giusto e testa alla prossima sfida, contro l’Umbria, per una gara da dentro o fuori.