In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Oliverio all’intitolazione a Francesco Santoianni del liceo scientifico di Lungro

Calabria Attualità

Il presidente della Regione Mario Oliverio ha partecipato alla cerimonia di intitolazione del Liceo Scientifico di Lungro a Francesco Santoianni a cui hanno preso parte anche il Delegato del Vescovo di Lungro, mons. Mario Aloisio, Ermanna Carci Greco, Vicepresidente di Banca Carime, Angelo Rennis, già Preside del Liceo Scientifico di Castrovillari-Lungro, Giuseppino Santoianni, Sindaco di Lungro, i consiglieri regionali D’Acri, Sergio e Giudiceandrea, il presidente del Parco del Pollino Mimmo Pappaterra e numerosi sindaci, amministratori e cittadini del comprensorio, molti dei quali hanno voluto onorare la memoria di Francesco Santoianni attraverso ricordi e testimonianze personali dell’uomo e del dirigente politico. L'incontro è stato moderato da Antonio Chiappetta.

“La prematura scomparsa di Francesco Santoianni -ha detto, tra l’altro, Oliverio, ricordando brevemente la figura dell’uomo, del politico e dell’amministratore- è stata una perdita gravissima per la Calabria, per la sua famiglia e per quanti lo hanno conosciuto, amato e stimato in vita. Con lui è venuto a mancare non solo il valoroso dirigente di partito, l’amministratore appassionato più volte assessore alla Provincia di Cosenza, ma un amico, un grande amico, che ho conosciuto e apprezzato sin da giovanissimo. Un uomo che aveva sposato con coerenza i valori e gli ideali del socialismo e che intese sempre l’impegno politico come servizio e vicinanza ai cittadini e ai territori, come incessante opera di costruzione del bene comune.

Lo ricordo, in particolare, in alcuni passaggi importanti della mia attività e del mio impegno politico. Durante la fase della costituzione della prima giunta di sinistra alla Provincia di Cosenza si spese molto perché giungesse a buon fine un’ esperienza che segnòla storia della sinistra nella nostra provincia e nella nostra regione. Lo ricordo impegnato al mio fianco, nel 2004, quando mi candidai per la prima volta alla presidenza della Provincia di Cosenza. In quella circostanza mi incoraggiò molto e si fece promotore di un incontro, in un ristorantino di Civita, con Costantino Belluscio per convincerlo a ritirare la propria candidatura in Forza Italia e a sostenere me. E poi ricordo il suo impegno forte e appassionato nella campagna elettorale del 2009 in cui si prodigò, investendo tempo ed energie, per organizzare una delle 16 liste a sostegno della mia candidatura alla presidenza della Provincia. E, ancora, ho netto il ricordo del suo forte impegno a mio favore alle ultime elezioni regionali. Era un uomo generoso che dava senza chiedere mai nulla. Un uomo estremamente concreto, ma anche un idealista, un sognatore che immaginava una Calabria positiva, protagonista e artefice del proprio destino e del proprio futuro. Di lui ricordo, in particolare, l’insistenza, quasi maniacale, a favore dei giovani. Solo essi, mi ripeteva spesso, possono avere la forza, la spinta e la passione ideale per costruire una regione diversa e moderna, all’altezza delle sfide che ci pone il futuro. Non c’era occasione che non mi ricordasse di portare avanti questo impegno”.

“Francesco Santoianni -ha concluso Oliverio- era un uomo d’altri tempi, con cui bastava una semplice stretta di mano per siglare un importante accordo politico. La comunità di Lungro che ha sempre amato e per cui si è sempre battuto, la sua famiglia, sua moglie e i suoi figli siano sempre fieri ed orgogliosi di lui. Bene avete fatto ad intitolargli questa bella scuola, che lui volle caparbiamente e che io venni ad inaugurare, proprio su sua insistenza, nel 2012 all’inizio dei lavori e nel 2014 a completamento dell’opera. Il suo ricordo e il suo impegno resteranno per sempre impressi nei nostri cuori e nella nostra mente”.