In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Oliverio e Roccisano sulle risorse per i percettori di ammortizzatori in deroga

Calabria Attualità

Il Presidente della Regione Mario Oliverio e l’assessore al “Lavoro” Federica Roccisano, in una dichiarazione congiunta, diffusa dall’ Ufficio stampa della Giunta regionale - fanno il punto sulle risorse erogate a beneficio dei percettori di ammortizzatori sociali in deroga:

"Dopo l’aggiornamento chiesto all’INPS relativo alle erogazioni, questo – hanno detto Oliverio e Roccisano - è il quadro: ad oggi risultano erogati circa 42 milioni di euro che hanno portato i prorogati (i percettori di ammortizzatori sociali da oltre trenate mesi) alla quinta mensilità del 2014, ed i derogati (i percettori di ammortizzatori sociali da meno di trentasei mesi) alla sesta mensilità del 2014. Ai soggetti beneficiari rientranti, invece, nel decreto (ex 8670) sono state liquidate quattro mensilità 2014”.

Pertanto, considerate le risorse ancora disponibili e sentite le organizzazioni sindacali, l’Assessorato al Lavoro ha disposto di procedere, in esecuzione dell’accordo istituzionale relativo al 2014, al pagamento di una ulteriore mensilità per i derogati, all’allineamento alla settima mensilità anche per i nuovi decretati di cui al decreto ex 8670 ed alla liquidazione delle mensilità dovute per l’annualità 2014 ai soggetti beneficiari di cui ai decreti di gennaio e marzo 2016.

Le organizzazioni sindacali sono state, altresì, informate sui prossimi bandi di politiche attive in via di pubblicazione e, nello specifico, su quelli relativi al bonus occupazionale ed all’autoimpiego, nonché quello relativo all’accompagnamento alla pensione, a beneficio dei percettori e dei disoccupati di lunga durata. È stato anche concordato con i sindacati di procedere con la stipula di un accordo biennale che riguarderà la cassa integrazione in deroga e la mobilità in deroga relative al 2015 ed al 2016, in modo da colmare anche questo gap temporale e poter procedere alla programmazione degli interventi di cui sopra per i due anni”