In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Lega navale, il presidente nazionale De Donno plaude all’attività della sezione di Crotone

Crotone Attualità

“La Lega navale di Crotone un modello e un esempio da seguire”. Il plauso all’attività della Lega navale di Crotone, che esiste in città dal 1933, viene dal presidente nazionale della Lega navale italiana, ammiraglio Marcello De Donno, che questa mattina ha visitato la sede locale della Lni. Ad accoglierlo i membri del direttivo della Lni di Crotone Giorgio Aloisio, Francesco Guarascio, Gianni Liotti, Adolfo Stigliano e Vincenzo Sisca. Ad accompagnare De Donno c’era il delegato regionale della Lni Antonio Nicoletta. Il presidente nazionale della Lni è rimasto particolarmente colpito dalla “realtà estremamente significativa di Crotone, una delle migliori strutture in Italia”. Ma l’elogio dell’ammiraglio De Donno è andato oltre: “Qui siete riusciti a realizzare una cosa non facile in 80 anni di attività – ha osservato – ci sono soci coesi e guidati da un consiglio direttivo che ha ben perseguito le finalità della Lni senza mai far prevalere i propri interessi personali. Inoltre, la sezione di Crotone ha saputo stabilire un rapporto con le istituzioni locali estremamente fruttuoso. La Lega navale di Crotone ha messo in campo, in questi anni, qualità, correttezza e persone perbene, grazie a ciò è diventata un punto di riferimento fisico e di valori per l’intera cittadinanza”. Il presidente nazionale della Lega navale ha, poi, ricordato come “nessuna regione ha recepito la valenza di questo rapporto, tra Lni ed enti locali, come la Calabria, mettendo in atto la legge regionale 17/2005”. “Tutto questo – ha aggiunto il delegato regionale Nicoletta –si è potuto ottenere grazie all’impegno e al lavoro dei presidenti e dei direttivi che si sono succeduti nel corso di 30 anni alla guida della Lni di Crotone. La nostra sezione è oggi la quarta istituzione in città”.

La Lega navale di Crotone ha svolto il suo compito, di ente pubblico di pubblica utilità, a 360 gradi, dall’educazione al rispetto del mare alla sensibilizzazione dei giovani, dalla sicurezza in mare allo sport. “In questi anni – ha ricordato Giorgio Aloisio – abbiamo lavorato in stretta sinergia con Regione, Provincia e Comune. Contiamo oggi 400 soci, di cui 100 sono studenti delle scuole cittadine, quest’ultimi reclutati attraverso una mirata politica di avvicinamento dei giovani alla cultura del mare. Abbiamo promosso campagne di sensibilizzazioni per la sicurezza in mare e ambientali, ripulendo fondali e arenili della costa crotonese e coinvolgendo migliaia di ragazzi”. Ma la Lega navale di Crotone ha portato in alto anche le specialità sportive che promuove. “Abbiamo partecipato, per tre volte – ha concluso Aloisio – con una nostra imbarcazione al Giro d’Italia a vela. Da 22 anni organizziamo il “Trofeo Pugliese”, la storica maratona a nuoto Capocolonna – Crotone. Abbiamo portato a Crotone il Campionato nazionale 420, quello di Match Race e, ultimo, il Campionato nazionale di traina costiera. Abbiamo una squadra di velisti Optimist che primeggia a livello regionale e nazionale. Abbiamo ottenuto l’aumento della banchina e saremo partner, con il 5%, della nascente Società, pubblica privata, per il porto turistico”.