In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Referendum. Niente quorum: bassa affluenza in Calabria, vota il 26,7%

Calabria Politica

DALLE 23 IN POI SEGUI LO SCRUTINIO IN TEMPO REALE

| CLICCA QUI |


23:46 | Il referendum sulle trivelle non raggiunge il quorum e pertanto rimane invariata la norma attuale e le richieste di rinnovo delle concessioni di estrazione saranno valutate secondo l’iter stabilito ed eventualmente prorogate.

In Italia ha votato poco meno del 33% degli aventi diritto, in Calabria la soglia si attesta al 26,7%: è stata una delle regioni con il maggior astensionismo, dopo Campania e Trentino Alto Adige. A Catanzaro si è recato alle urne il 30,6%, a Cosenza il 29,9%, a Reggio il 22,2%, a Crotone il 24,2% ed a Vibo il 23%.

REAZIONI: “Risultato netto con significato per il Sud: con @matteorenzi #vinceillavoro!”, con questo tweet il segretario del Pd Calabria, Ernesto Magorno, commenta l'esito del referendum.


20:15 | Alle 19 di questa sera, secondo appuntamento con i dati ufficiali del Viminale, in Calabria si è recato alle urne il 18,15% dei circa 1,5 milioni di aventi diritto ed è la seconda regione, dopo la Campania, aver registrato la minore affluenza in tutta la Penisola. Un dato in controtendenza rispetto alla media nazionale che segna un 23,48% di presenze, oltre 5 punti percentuali in più.

Quanto alle singole province della nostra regione, a Catanzaro s’è recato alle urne il 20,62%; a Cosenza il 20,34%; a Crotone il 16,62%; a Vibo Valentia il 15,27%; a Reggio Calabria il 14,90%.


È del 5,74 % l’affluenza dei votanti in Calabria alle 12, ultima regione per numero di aventi diritto recatisi alle urne. A differenza della Basilicata in cui oltre l'11% si è recato a seggi. Oggi, lo ricordiamo, si vota infatti per il referendum abrogativo sulla durata delle trivellazioni in mare. I Calabresi dovranno decidere se votare sì o no per abrogare l’articolo 6, comma 17, terzo periodo, del decreto legislativo del 3 aprile 2006, il 152 sulle Norme in materia ambientale. Gli italiani dovranno cioè decidere se, alla scadenza delle concessioni, i giacimenti in attività nelle acque territoriali, vengano o meno fermati.

In Calabria la provincia con meno votanti alle 12 è quella di Reggio Calabria con il 4.49%. Vibo Valentia si attesta al 4,54%, mentre il territorio che ha registrato la maggiore affluenza è Catanzaro (6,77%). Segue poi Cosenza con il 6,59%, mentre a Crotone, dove insistono giacimenti, è andato a votare il 5,04%.

A livello nazionale la regione con maggiore affluenza alle 12 è la Basilicata con 11,44%. In tutto il paese la percentuale è dell'8,36%