In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Uilpa Vvf: mancata sicurezza del personale e dei cittadini, Provazza proclama stato di agitazione

Calabria Attualità

“Il Segretario Regionale Antonino Provazza, in sinergia con tutti i segretari provinciali della UILPA dei Vigili del Fuoco Calabria, proclamano lo stato di agitazione del personale calabrese, a causa delle oramai annose problematiche, più volte segnalate sia ai vertici nazionali che a quelli locali.” Lo rende noto il Responsabile delle relazioni esterne UILPA Vigili del Fuoco Calabria,Fabio Maragucci.

“Stante i numerosi tentativi e solleciti inoltrati a chi di dovere, l’amministrazione continua a fare orecchie da mercante, - prosegue Maragucci - incurante sia della sicurezza dei cittadini che del personale operativo dei Vigili del Fuoco. La vertenza dei lavoratori è finalizzata a perseguire il raggiungimento degli obiettivi per i quali la UILPA VVF Calabria si batte da tempo, come l’aperture definitiva della sede distaccata di Monasterace, ultimo baluardo dell’alto Jonio reggino, della sede di Ricadi, importante e popolata zona turistica della provincia di Vibo Valentia, la sede di San Giovanni in Fiore, vasto e popolato centro abitato della Sila cosentina e la sede dei Sommozzatori di Crotone, di fondamentale importanza per tutto l’alto Jonio calabrese.”

“L’indifferenza dell’amministrazione, oltre ad aumentare i rischi dei lavoratori, mette a repentaglio la sicurezza dei cittadini, - dichiara il Responsabile delle relazioni esterne UILPA - costretti ad anelare un servizio pubblico di primaria importanza a causa delle notevoli distanze che intercorrono con le sedi di servizio più vicine. Ad aumentare i malumori del personale, anche il mancato pagamento delle competenze accessorie, derivanti dagli estenuanti turni effettuati, durante i mesi estivi per la campagna AIB (antincendi boschivi), le recenti emergenze per il maltempo e le normali turnazioni notturne e festive, per le quali da oltre 4 mesi non percepiscono remunerazione.”

“Alla luce di tutto ciò, - chiosa Maragucci - attivato il tavolo di conciliazione a livello nazionale, si spera nel raggiungimento di un accordo che possa garantire gli inalienabili diritti dei lavoratori e di tutti coloro che direttamente o indirettamente usufruiscono di un servizio pubblico di primaria importanza come quello del soccorso, precisando che nel caso in cui ciò non dovesse accadere, si provvederà a proclamare uno sciopero a carattere regionale, per poi proseguire a livello nazionale, al fine del raggiungimento degli obiettivi prefissati e per i quali la UILPA dei Vigili del Fuoco è sempre in prima linea.”