In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Maltempo. Continuano in temporali in Calabria, week end sotto la pioggia

Calabria Cronaca

La perturbazione che già in queste ore sta interessando il sud della Penisola manterrà, anche nella giornata di domenica condizioni di spiccata instabilità sulle regioni meridionali.

Il Dipartimento della Protezione Civile, sulla base delle previsioni disponibili e d’intesa con le Regioni coinvolte ha emesso un altro avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quelli diffusi nei giorni scorsi.

I fenomeni meteo, spiegano, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino consultabile sul sito del Dipartimento (all’indirizzo www.protezionecivile.gov.it).

L’avviso prevede il persistere di precipitazioni da sparse a diffuse, a carattere di rovescio e temporale sulla Sicilia, sulla Campania, specie sui settori meridionali e orientali, e su Calabria, Basilicata e Puglia dove si estenderanno fino a lunedì. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, forti raffiche di vento e locali grandinate.

Sulla base di tutto ciò è stata valutata per il weekend in corso l’allerta arancione per rischio idrogeologico localizzato su tutto il territorio della Basilicata e Calabria, mentre l'allerta è gialla sui settori meridionali delle Marche e della Campania, su Abruzzo, Molise, Puglia e Sicilia.

Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del dipartimento della protezione civile insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.


PROTEZIONE CIVILE IN PREALLARME, MONITORATE ZONE A RISCHIO

17:47 | Intanto anche la Protezione Civile Regionale ha comunicato che continua a seguire, con livello di attenzione elevato, l'evolversi della situazione metereologica di queste ultime ore sull'intera Calabria ed in particolare sulle aree dell'Alto Ionio cosentino e dello Ionio Catanzarese e Crotonese, dove, almeno fino alle 21 di oggi, sono previste precipitazioni intense.

Già da venerdì scorso, come per altro ampiamente previsto dai bollettini metereologici, intense precipitazioni hanno difatti interessato l'intera fascia ionica calabrese. Il sistema di protezione civile regionale (dalla Sala operativa Regionale, alle unità Territoriali provinciali come anche Enti locali ed associazioni di volontariato) è stato posto nella condizione di preallarme al fine di fronteggiare in modo efficace eventuali emergenze.

In alcuni sporadici casi il livello di allerta è stato tale da rendere opportuna l'attivazione dei Coc, i Centri Operativi Comunali, in particolare dei Comuni di Corigliano Calabro e Mirto-Crosia.

Al momento le situazioni di maggiore criticità, che hanno richiesto l'immediato pronto intervento, riguardano il comune di Crotone dove alle 10:15 di venerdì, in via Sibarys, si è verificato il crollo di un muro di contenimento posizionato a ridosso di alcune abitazioni rendendo necessario, per motivi di sicurezza, sgomberare temporaneamente quattordici famiglie (circa quarantacinque persone).

A MONTALTO UFFUGO, nella serata sempre di venerdì è stata segnalata dall'Ufficio Tecnico Comunale la riattivazione di un movimento franoso in Via Zingonaglie, compresa tra i centri abitati di Parantoro e Vaccarizzo, che ha interessato la strada ex provinciale benedettina. Al momento la viabilità risulta parzialmente compromessa e, qualora il fenomeno dovesse peggiorare, la frazione Vaccarizzo rischierebbe di rimanere isolata. L'ufficio Tecnico Comunale ha provveduto, nell'immediato, alla risagomatura della sede stradale e ad attivare un monitoraggio visivo ogni tre ore per garantire il transito in sicurezza. Dalle prime ore di sabato poi è in corso un sopralluogo dei tecnici della sede provinciale della protezione Civile di Cosenza al fine di valutare lo stato di pericolo alla potenziale incolumità del transito e per valutare gli eventuali adempimenti da porre in essere.