In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

“Welfare Index PMI” riconoscimento ad un’azienda calabrese

Calabria Attualità

Rappresentare l’agricoltura italiana, per le sue dimensioni, la sua varietà e lo straordinario patrimonio produttivo, non è certo cosa semplice; rappresentarla nel modo corretto e lontani da cliché superati e stereotipi “caserecci” è poi un impegno quotidiano che richiede passione, competenze, scelte lungimiranti ed un’assoluta consapevolezza sul ruolo e sulla forza economico-occupazionale delle imprese agroalimentari.

Questo è il senso ed il significato della rappresentanza per Confagricoltura, un’organizzazione che riconosce nell'imprenditore agricolo il protagonista della produzione e persegue lo sviluppo economico, tecnologico e sociale dell'agricoltura e delle imprese agricole.

Rientra in questo approccio la scelta di dar vita al Welfare Index PMI” , promosso da Generali Italia, con la partecipazione di Confagricoltura e di Confindustria; si tratta del primo indice di valutazione del livello del welfare aziendale nelle PMI italiane con un’analisi che riguarda ben 2.140 imprese di tutti i settori produttivi.

Stamane, a Roma, la presentazione del primo rapporto nazionale e siamo decisamente lieti del fatto che tra i tre progetti d’impresa premiati vi sia un’azienda calabrese, la Filiera Madeo che da anni è protagonista, per qualità, competenze produttive e risultati, nel settore agricolo ed agroalimentare calabrese.

Siamo doppiamente lieti non solo per lo straordinario riconoscimento ad un’azienda calabrese ma anche e soprattutto perché viene confermata una consolidata ed apprezzabile storia di welfare; le nostre aziende hanno sempre avuto un ruolo ed una funzione sociale a beneficio delle comunità, le imprese agricole sono da sempre “casa” degli imprenditori e dei lavoratori.

Si perché in molti casi, non solo in senso figurato, sono decine le aziende agricole che favoriscono l’inserimento dei lavoratori anche attraverso la disponibilità di alloggi ed il sostegno quotidiano.