In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Rete ospedaliera, Magorno (Pd): va rimodulata

Calabria Salute

“La rete ospedaliera calabrese va rimodulata. È un adempimento che non si può rinviare nel tempo, ma va fatto subito”. È quanto afferma il segretario regionale del Partito democratico calabrese, on. Ernesto Magorno. “È un atto strategico necessario per superare i limiti strutturali di una rete ospedaliera molto esposta al fenomeno dell'emigrazione sanitaria - afferma il segretario regionale del Pd-. La mobilità passiva provoca angoscia nelle famiglie e costituisce un salasso per le casse della Regione.

La rimodulazione è richiesta anche dalla necessità di adeguare la rete ospedaliera agli standards nazionali. Il decreto emanato dai commissari sul riassetto della rete, però, non è coerente con gli obiettivi richiesti. La razionalizzazione deve tagliare sprechi ed inefficienze - dice ancora Magorno- e deve porsi l'obbligo di qualificare ed estendere i servizi. Conseguentemente, anche il decreto di assegnazione dei budget alle case di cure private è da riformulare secondo una logica di integrazione e complementarità rispetto alla riorganizzazione della rete sanitaria ospedaliera pubblica.

"Per queste ragioni - conclude il segretario regionale del PD - intendo rivolgere un appello al commissario ing. Scura ed al subcommissario Urbani affinché si decida una moratoria e si disponga la sospensione dell'attuazione operativa di entrambi i decreti per promuovere tempestivamente una azione di concertazione con le Aziende Sanitarie pubbliche e con le parti sociali al fine di pervenire a modifiche coerenti con una efficace azione di riorganizzazione della rete ospedaliera pubblica e privata”.