In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Martino e Guerrieri (Udc): “La sanità vista dal Vice Ministro De Filippo, fantascienza”

Calabria Salute

“La sanità vista dal Vice Ministro De Filippo rappresenta solo fantascienza. Serve ancora una location ed un regista, ma per tutto il resto, il prossimo film di fantascienza è in ottimo avvio, abbiamo già la trama. Il vice Ministro De Filippo sostiene una tesi marziana, in Calabria si sta facendo un ottimo lavoro sulla sanità.” Lo rendono noto Marco Martino (Segr. Regionale Giovani Udc Calabria) e Michele Guerrieri (Giovani Udc Calabria).

"Stando a queste parole dell' attore, che interpreta il ruolo di Vice Ministro alla Sanità, - affermano Martino e Guerrieri - in Calabria le cose si stanno rimettendo a posto, la sanità, a breve quindi, non sarà più un problema. Di questo passo, una cosa rende possibile questa affermazione, non sarà più un problema proprio perché è come se non ci fosse. I calabresi lo sanno bene, purtroppo per molti casi, la migliore cura è l' aereo. Possiamo senza dubbio affermare che i veri protagonisti ed i veri idoli sono medici, infermieri e personale sanitario costretto a turni massacranti per sopperire ad una esigenza medica sempre più forte.

A loro quindi il nostro vero plauso, per il resto solo chiacchiere ed inchiostro sprecato, tanto che questa nota protrebbe terminare qui. Uscendo dalla visione del personaggio, chiediamo al Vice Ministro De Filippo, come mai i monitor defibrillatori per le ambulanze delle aziende sanitarie calabresi non riescono a trasmettere i dati al server regionale. Chiediamo il perché proseguono incessantemente tagli lineari in questo settore. Tagliando così fondi vitali a strutture virtuose e non virtuose allo stesso tempo, con la stessa misura. Capiamo bene pero che questa situazione commissariale, porta il vero controllo nelle mani del Presidente Oliverio, tramite il potere di nomina dei vertici amministrativi. Per noi il commissariamento è del tutto inutile. In ben sei anni di gestione sanitaria commissariale, nessuno dei problemi è stato risolto, il disavanzo delle strutture sanitarie continua ad essere alto.

Crediamo in maniera convinta, che la sanità di una Regione non si possa rimettere in moto riducendo risorse e bloccando assunzioni. I giovani dello scudo crociato, ancora una volta,- concludono i componenti di Giovani Udc Calabria - ribadiscono il proprio impegno per contrastare gli sprechi nelle strutture sanitarie pubbliche.”


Le opinioni espresse in questa pagina non impegnano in alcun modo la nostra testata rispecchiando esclusivamente il pensiero dell’autore a cui viene rimandata ogni responsabilità per quanto in essa contenuto. La testata resta comunque disponibile a pubblicare integrazioni, risposte e rettifiche a quanto riportato e a firma di chiunque sia direttamente o indirettamente coinvolto.