In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Visita del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri ai reparti calabresi

Calabria Attualità

Si è conclusa, oggi, una due giorni di visita del Generale di Corpo d’Armata Tullio Del Sette, Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, ad alcuni Reparti della Legione Carabinieri “Calabria”.

Accompagnato dal Generale di Corpo d’Armata Silvio Ghiselli, Comandante del Comando Interregionale Carabinieri “Culqualber” di Messina, il Generale Del Sette è stato ricevuto a Catanzaro dal Generale di Brigata Andrea Rispoli, Comandante della Legione Carabinieri “Calabria”.

Presso il Comando Legione di Catanzaro, l’Alto Ufficiale ha incontrato una rappresentanza di Ufficiali, Marescialli, Brigadieri, Appuntati e Carabinieri, il Comitato di Base della Rappresentanza Militare e il personale dell’Arma in congedo.

Durante la sua permanenza in Calabria, il Generale Del Sette ha anche visitato la Compagnia di Lamezia Terme (CZ), il Comando Provinciale di Vibo Valentia, il Gruppo Operativo “Calabria” di Vibo Valentia, la Tenenza di Rosarno (RC), le Compagnie di Gioia Tauro (RC), Taurianova (RC) e Palmi (RC), Tropea (VV), il Comando Carabinieri di Catanzaro, la Compagnia di Soverato (CZ), il Gruppo di Locri (RC), le Stazioni di Bovalino (RC), Platì (RC), San Luca (RC) e Siderno (RC), la Compagnia di Bianco (RC) e la Stazione di Africo (RC).

Il Generale Del Sette ha rivolto a tutti i militari il suo “vivo e sentito compiacimento” per l’impegno e la dedizione profusi nell’espletamento dei propri compiti in un territorio particolarmente difficile, ma l’occasione è stata anche utile per una valutazione sulle condizioni generali dell’ordine e della sicurezza pubblica.

Il Generale Del Sette ha, altresì, incontrato le vedove dei militari dell’Arma vittime del dovere ed ha deposto un cuscino di fiori presso la lapide eretta a San Luca in memoria del Brig. Carmine Tripodi, vittima di agguato mafioso.