In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Servizi socio-assistenziali, Roccisano: passo avanti verso la riforma del Welfare in Calabria

Calabria Salute

Si è tenuto oggi, presso l’assessorato alle Politiche Sociali, nella sede della Regione- informa un comunicato dell’Ufficio Stampa della Giunta-, il tavolo tecnico di concertazione delle politiche sociali per la riorganizzazione al sistema dell’offerta per la gestione dei servizi socio-assistenziali.

Al termine dei lavori l’assessore Roccisano ha fatto la seguente dichiarazione: “Con la seduta odierna del tavolo tecnico di concertazione delle politiche sociali per la riorganizzazione al sistema dell’offerta per la gestione dei servizi socio-assistenziali- ha affermato -, possiamo dichiarare di aver fatto un grande passo in avanti verso la riforma del Welfare in Calabria. Con oggi infatti si è posta fine alla revisione dell’Allegato A relativo al regolamento dei servizi socio assistenziali previsto dalla delibera di giunta regionale 210/2015 che prevede il trasferimento delle competenze in materia di politiche sociali dalla Regione ai Comuni.

Già nei mesi scorsi- ha proseguito- infatti si era deciso di optare per un approccio di tipo partecipativo e condiviso tra tutte le parti coinvolte nel settore: i dipartimenti regionali delle politiche sociali e della sanità, il mondo del terzo settore, della cooperazione sociale, dell’associazionismo, come anche dei sindacati e dell’ANCI a rappresentare il livello comunali . Questa scelta ci ha permesso di completare il processo di revisione e stesura dell’Allegato A, ovvero della parte di regolamento relativo alle procedure di autorizzazione, accreditamento e vigilanza delle strutture a ciclo residenziale e semi residenziale, all’interno della quale sono state stabilite in maniera condivisa e partecipata le modalità di accreditamento, e le norme transitorie che permetteranno al settore di andare avanti nell’erogazione dei servizi previsti prima del trasferimento definitivo delle competenze.”

“ A tal proposito- ha concluso la Roccisano -, col fine di non inficiare in alcun modo sui beneficiari del settore, né sul funzionamento delle strutture, si è deciso di procedere con un tutoraggio di affiancamento ai comuni da parte del dipartimento e di Anci/FederSanità che durerà fino al 30/06/2016 data definitiva per il trasferimento delle competenze ai comuni.”