In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Mese della mobilità sostenibile: gli eventi di associazione Ferrovie in Calabria

Calabria Infrastrutture

“Il 2016 porterà una grande rivoluzione nell'ambito della mobilità dolce e del rilancio del turismo storico-ferroviario: quella che è divenuta ormai la "mitica" Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate, promossa da ben 9 anni dalla Confederazione per la Mobilità Dolce (Co.Mo.Do.), a partire da quest'anno cambierà parzialmente denominazione in "Giornata/e Nazionale delle Ferrovie NON Dimenticate". Una piccola ma significativa modifica, che esprime ancor di più lo spirito delle iniziative promosse da Co.Mo.Do, e dalle tante associazioni confederate...tra le quali non potevamo mancare noi di Associazione Ferrovie in Calabria”. È quanto scrive Roberto Galati, presidente ssociazione Ferrovie in Calabria.

“Il "non dimenticate", infatti, vuole rimarcare l'importanza delle tante tratte ferroviarie dismesse nel corso degli ultimi decenni, che però, grazie al volontariato ed all'impegno degli enti locali, tornano a vivere sotto diverse forme, che possono spaziare dalla conversione in pista ciclabile (in caso di linee smantellate), alla circolazione di treni turistici effettuati con materiale rotabile storico e non...e perchè no, anche al ripristino di servizi di trasporto pubblico locale, qualora venisse valutata una reale convenienza socio-economica.

Ma il punto più importante della rinnovata iniziativa di Co.Mo.Do, è l'estensione a tutto il mese di marzo ed ai primi giorni di aprile, delle iniziative svolte dalle associazioni confederate. La nuova "Giornata delle Ferrovie Non Dimenticate", giunta alla nona edizione, infatti, non sarà limitata alla prima domenica di marzo come di consueto (quest'anno cadrà il 6 marzo), ma sarà possibile organizzare eventi per un mese, a partire appunto dal 6 marzo, in cui per festeggiare il mese della mobilità dolce, tornerà a sbuffare il Brutia Express tra Rogliano e Cosenza, trainato dalla mitica vaporiera FCL353. In questa occasione, il Brutia Express avrà come ulteriore denominazione "Obiettivo Sila", per rimarcare quello che, ovviamente, è lo scopo a cui stiamo mirando...vale a dire il ritorno del treno a vapore tra Camigliatello e San Giovanni in Fiore.

Argomento di cui, tra l'altro, discuteremo in modo approfondito il 12 marzo, in occasione di un importante convegno dedicato al Treno Verde della Sila, al quale parteciperà anche il Direttore Generale di FdC, Giuseppe Lo Feudo, oltre ai rappresentanti delle istituzioni regionali e locali. Ma ciò che più ci onora in questo 2016, è l'avvio di un'importante partnership con l'Ente Parco della Sila, coordinato dalla Prof.ssa Sonia Ferrari, che infatti patrocinerà sia il Brutia Express, che il convegno del 12 marzo: assieme all'Ente Parco, inoltre, l'Associazione Ferrovie in Calabria parteciperà alla BIT (Borsa Internazionale del Turismo) che si terrà tra l'11 ed il 13 febbraio a Milano. Lo scopo della nostra prima partecipazione alla più importante vetrina italiana ed europea dell'economia turistica, è la pubblicizzazione del Brutia Express, ma soprattutto l'avvio di contatti con tour operator (non sono italiani), che potrebbero essere interessati alla gestione del Treno Verde della Sila. Ma, chiaramente, non solo Sila: il mese delle "Ferrovie Non Dimenticate" interesserà anche la Ferrovia Jonica, la Catanzaro – Cosenza e le Ferrovie Taurensi FdC, e la rimpianta Ferrovia del Pollino.

E' con questo spirito di rinnovamento e maggiore incisività della battaglia per il rilancio delle Ferrovie Non Dimenticate, che presentiamo quindi il nostro ricco calendario di iniziative, coordinate con l'attivissimo consigliere Co.Mo.Do per il sud Italia, Roberto Greco, ed organizzate assieme a tanti altri soggetti associativi ed istituzionali, con l'Ente Parco della Sila in prima linea.

Sabato 5 marzo – Il treno della Magna Grecia. L'evento, ideato dalla attivissima sezione di Crotone di Italia Nostra, nella persona della prof.sa Teresa Liguori (nostra socia onoraria), mira a riscoprire l'utilità del treno anche per esplorare il proprio territorio e la propria storia, in una zona della Calabria in cui il trasporto ferroviario è da decenni in una situazione di sofferenza. Tramite un treno regionale, infatti, si viaggerà da Crotone a Caulonia e Locri, alla scoperta degli importanti siti archeologici di Kaulon e Locri Epizefiri, viaggiando lungo le coste della Magna Grecia.

Domenica 6 marzo – Brutia Express, Obiettivo Sila. Ritorna il classico appuntamento con la vaporiera FCL 353 lungo i binari della ferrovia Cosenza-Rogliano. Questa edizione sarà caratterizzata da una passeggiata dalla stazione di Pedace lungo il tratto iniziale della ferrovia per San Giovanni in Fiore, ripercorrendo i binari della ferrovia Silana ed aspettando di tornare a viaggiarci a vapore. Raggiunta Rogliano, sarà possibile pranzare e visitare il caratteristico centro storico della città, preparandosi al ritorno a Cosenza a tutto vapore. Anche per questo treno, organizzato in sinergia con Ferrovie della Calabria s.r.l. e con l'Amministrazione Comunale di Rogliano, oltre che patrocinato dall'Ente Parco Nazionale della Sila, non mancheranno le degustazioni del famoso Pane di Cuti e l'allegro accompagnamento del cantastorie William Gatto.

Sabato 12 marzo – Il treno verde della Sila, convegno. Questo convegno, organizzato in collaborazione con l'Ente Parco Nazionale della Sila, che conterà la partecipazione di ospiti importanti, come ad esempio l'Assessore ai Trasporti Roberto Musmanno, il Direttore Generale di Ferrovie della Calabria dott. Giuseppe Lo Feudo, il Commissario per l'Ente Parco Sonia Ferrari, l'amministratore ISMEA Franco Laratta, e il consigliere nazionale di CO.MO.DO. Roberto Greco, verterà non solo sullo studio di fattibilità in corso di lavorazione da parte dell'Associazione Ferrovie in Calabria, ma anche sulle possibilità di sviluppo del turismo in Sila tramite la riattivazione del servizio ferroviario turistico sulla ferrovia Camigliatello-San Giovanni in Fiore. Non mancherà occasione per fare un punto sugli stati generali, tanto a livello nazionale che regionale, del turismo ferroviario e della mobilità dolce, creando quindi un'importantissima occasione di confronto e di scambio di esperienze, anche tramite gli interventi dei rappresentanti degli enti locali interessati, invitati a prendere parte al convegno.

Domenica 13 marzo – Camigliatello: camminata tra boschi e binari. Grazie alla collaborazione di We Like Sila, della guida Francesco La Carbonara e della Pro Loco di Camigliatello Silano, vi sarà un'escursione lungo il tracciato della ferrovia Camigliatello – S.Giovanni in Fiore, nel cuore del Parco Nazionale della Sila, tra meraviglie naturalistiche e panorami mozzafiato. A termine giornata, esposizione di una targa nella stazione di Camigliatello ed attività varie nell'ambito della stazione.

Domenica 13 marzo – Castrovillari e la sua ferrovia. Presentazione del libro "Castrovillari e la sua ferrovia" realizzato da Antonio Iannicelli, un viaggio tra i ricordi di una delle ferrovie più belle ed ardite mai costruite in Europa. Evento organizzato con la collaborazione dell'Associazione Acanto e del Club Alpino Italiano, sezione di Castrovillari.

Domenica 20 marzo – I binari del Pollino. Escursione, a cura del Club Alpino Italiano di Castrovillari, lungo un tratto della ferrovia Lagonegro-Spezzano Albanese, usufruendo del percorso ciclopedonale Castrovillari-Mormanno recentemente inaugurato, lungo uno dei punti più spettacolari della ex ferrovia.

Domenica 3 aprile – Mobilità dolce nella Piana. L'evento, che è alle ultime fasi di organizzazione e confronto con enti ed associazioni del luogo, mira a puntare l'attenzione non solo sulle possibilità di sfruttamento del sedime della ex ferrovia Palmi – Sinopoli per iniziative legate alla mobilità dolce, ma anche al sistema ferroviario gravitante attorno al polo di Gioia Tauro ed alla sua piana, con le linee per Palmi e Cinquefrondi immeritatamente finite nel dimenticatoio popolare ed istituzionale ed aventi un potenziale futuro nell'ottica di un moderno sistema di trasporto ferroviario.

Martedì 5 aprile – La maratona ferroviaria. Come già eseguito negli scorsi anni, Co.Mo.Do eseguirà la sua personale Maratona Ferroviaria, un viaggio "a bassa velocità" lungo le linee ferroviarie più problematiche e meritevoli di attenzione della Penisola. Il viaggio di quest'anno, che andrà da Palermo a Pietrarsa (dove i partecipanti giungeranno alla vigilia degli stati generali del Ministero per i Beni Culturali, in programma proprio presso il famoso Museo Ferroviario Nazionale napoletano), seguirà in Calabria l'itinerario da Reggio a Cosenza via Roccella-Catanzaro Lido-Soveria Mannelli-Rogliano, creando così un'occasione di spunto e riflessione su due direttrici ferroviarie dall'elevatissimo valore sociale e, perché no, anche turistico, vittime negli ultimi anni di numerose problematiche legate all'instabilità idrogeologica del territorio e –immancabilmente- di tagli alle corse che pesano come macigni sull'utenza”.