In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Acqua Pubblica,incontri a Casole Bruzio e Cotronei

Calabria Attualità

Acqua pubblica, continua il tour informativo del Sindaco Mario Albino Gagliardi, dopo l’importante riconoscimento, per legge, da parte del Parlamento, della gestione autonoma del servizio idrico nel Paese del Moscato Passito. Nuove tappe in Calabria. Proficuo incontro a Casole Bruzio nella Sila cosentina (lo scorso lunedì 25) e, ieri (martedì 26) a Cotronei nella Sila crotonese. Oggi pomeriggio (mercoledì 27) Gagliardi è stato invece invitato ed audito nuovamente a Roma dall’assemblea dell’Associazione Nazionale Piccoli Comuni Italiani (ANPCI). Sul progetto di accorpamento dei comuni, il Sindaco di Saracena è stato categorico: bisogna evitare un omicidio istituzionale.

“La battaglia per il riconoscimento del percorso, della gestione autonoma e di risultati raggiunti in tema di servizio idrico integrato – fa sapere Gagliardi – è stata vinta anche grazie al sostegno dell’ANPCI. L’Associazione – continua – ha perorato dall’inizio la nostra. Nel corso dell’assemblea dei piccoli comuni è stato ribadito grande apprezzamento per il risultato ottenuto da Saracena in Parlamento. Gagliardi è stato indicato quale riferimento dei comuni montani sotto i 1000 abitanti interessati (perché anch’essi oggetto della disposizione legislativa sull’acqua pubblica) a replicare il sistema sperimentato dalla comune del Pollino. Accorpare i comuni con popolazione inferiore a 5 mila abitanti – aggiunge – è poi assolutamente da evitare. Se si continua in questa direzione – conclude Gagliardi – entro il 31 dicembre spariranno numerosi comuni.”

Forum Regionale Acqua Pubblica. A Casole Bruzio (Cosenza), lo scorso lunedì 25 Gagliardi ha avuto modo di confrontarsi con il collega Salvatore Iazzolino e con il Sindaco di Pedace Marco Oliverio. C’è l’intenzione di creare sinergie tra le amministrazioni comunali per l’approvvigionamento del servizio, mentre la gestione rimarrebbe in mano alla Sorical (cosa diversa per Saracena dove vengono gestite captazione, adduzione, distribuzione e depurazione). Diversa la situazione a Cotronei (Crotone), anche alla luce del fallimento della Soakro, società che non è stata capace di gestire il servizio idrico. Il Sindaco Nicola Belcastro si è detto disponibile a studiare il modello Saracena per provvedere sia all'approvvigionamento che alla gestione.