In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Musei: oltre 357 mila visitatori in Calabria nel 2015

Calabria Attualità

Nel 2015 sono stati 357.212, con un introito pari a 408.788 euro, i visitatori dei 17 luoghi della cultura statali presenti in Calabria. Questi sono alcuni dei dati resi noti questa mattina dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini al Comitato permanente del turismo, riunitosi al Collegio Romano. Nella top five c'è il Museo Archeologico di Reggio Calabria con 164.076 presenze e introiti per 351.453 euro, seguito dal Museo Archeologico "Vibo Capialbi" di Vibo Valentia con 22.560 visitatori (+40% e una crescita del 29% degli incassi sul 2014). Al terzo posto il Museo Archeologico Nazionale di Crotone con 14.967 ingressi (+12% e una crescita del 31% degli incassi). Seguono il Museo e Parco Archeologico di Locri con 14.270 ingressi (+49% di incassi) e il Museo Archeologico Nazionale della Sibaritide a Cassano allo Ionio con 10.824 ingressi registrati.

"Quello che si è appena concluso è stato l'anno d'oro dei musei italiani. Circa 43 milioni di persone hanno visitato i luoghi della cultura statali – ha dichiarato Franceschini - generando incassi per circa 155 milioni di euro che torneranno interamente ai musei attraverso un sistema premiale che favorisce le migliori gestioni e garantisce le piccole realtà. Per la storia del nostro Paese è il miglior risultato di sempre, un record assoluto per i musei italiani, - ha aggiunto - e anche rispetto al 2014, anno in cui si erano registrati numeri erano molto positivi, la crescita dei visitatori e degli incassi è significativa: +6% i visitatori (pari a circa +2,5 milioni); +14% gli incassi (pari a circa +20 milioni di euro); +4% gli ingressi gratuiti (pari a circa +900 mila). E non siamo in presenza di una tendenza internazionale, anzi siamo in controtendenza se si guarda ai dati usciti sulla stampa estera oggi. In Italia, grazie anche alle nuove politiche di valorizzazione, prime fra tutte le domeniche gratuite, gli italiani sono tornati a vivere i propri musei. Un riavvicinamento al patrimonio culturale – ha concluso il Ministro - che educa, arricchisce e rende consapevoli i cittadini della magnifica storia dei propri territori".

Per quanto riguarda l'evento speciale #domenicalmuseo da gennaio a dicembre 2015 sono stati 37.082 i visitatori che hanno approfittato della prima domenica del mese per entrare gratuitamente nei musei statali della Calabria. .