In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Consulta studentesca: FdS E GD vincono in tre provincie su cinque

Calabria Politica

Ieri con l’elezione di Vincenzo Covelli a presidente della Consulta provinciale degli studenti di Cosenza si concludono le elezioni studentesche in Calabria. A rappresentare i parlamentini degli studenti medi, sono i presidenti eletti per ogni provincia, che guideranno i lavori e le attività che gli studenti dovranno svolgere durante l’anno scolastico. Con l’elezione di Carloalberto Corica a Reggio Calabria, Giovanni di Bartolo a Vibo Valentia e Vincenzo Covelli a Cosenza si conferma la vittoria schiacciante della Federazione degli Studenti e dei Giovani Democratici, che riescono a vincere in ben tre provincie su cinque.

Ad essere soddisfatto è Il coordinatore regionale della Federazione degli Studenti, Alex Tripodi che dichiara: “Sento il dovere di ringraziare e augurare un buon lavoro ai neo presidenti della consulta e ai rappresentanti eletti nelle fila della nostra associazione. A contraddistinguerci è il lavoro costante e genuino profuso fino ad oggi, che ci consente di guidare la maggioranza delle consulte studentesche in Calabria, con spirito d’iniziativa e collaborazione, nel solo interesse degli studenti e con l’intento di costruire una nuova scuola, aperta a tutti, che torni ad essere il primo ascensore sociale, che favorisca l’integrazione e il dialogo tra culture”.

Il segretario regionale dei Giovani Democratici, Mario Valente dichiara: “Questo è il frutto del lavoro che i giovani democratici compiono quotidianamente in difesa dei diritti degli studenti elaborando proposte ed idee. Con l’elezione dei tanti rappresentanti degli studenti in tutte le provincie calabresi i Giovani Democratici hanno importanti punti di riferimento nel mondo della scuola, che saranno fondamentali per stimolare le istituzioni nella sfida a difesa delle nuove generazioni”.