In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Manifestazione sindacati: bloccati A3, 106 e porto Villa S. Giovanni

Calabria Cronaca

Diverse centinaia di lavoratori hanno bloccato stamane i principali snodi della viabilità in Calabria per protestare contro la legge di stabilità nell'ambito di una giornata di lotta indetta da Cgil, Cisl e Uil.

I dimostranti hanno occupato l'autostrada A/3 all'altezza dello svincolo per Cosenza, gli imbarcaderi da e per la Sicilia a Villa San Giovanni (Rc), la strada statale 106 a Crotone. Secondo i sindacati, il governo non ha rispettato gli impegni assunti per la stabilizzazione dei precari, per il porto di Gioia Tauro, per il rifinanziamento dei fondi per la forestazione.

"E' una legge di stabilità - ha detto all'Agi il segretario della Uil Calabria, Santo Biondo - che ignora il Mezzogiorno e non rispetta gli impegni assunti dal presidente del Consiglio e segretario del Pd nel luglio scorso. Non c'e' nulla di quei provvedimenti che chiedevamo per sostenere l'occupazione in Calabria e nel Mezzogiorno con strumenti come la decontribuzione del costo del lavoro e del credito d'imposta".

11:30 | Anas comunica che, a causa di una manifestazione, è temporaneamente chiuso in entrambe le direzioni il tratto tra lo svincolo di Passovecchio al km 249,900 (innesto con le strade statali 107 e 107 Bis) e il km 258,900 (in località Bucchi) della strada statale 106 ‘Jonica’, in provincia di Crotone.

Il traffico in direzione Taranto è attualmente deviato al km 248.000, nei pressi di Gabella, sulla viabilità provinciale. Per i veicoli provenienti dalla strada statale 107 in direzione Reggio Calabria è obbligatoria l’uscita in località Papanice.

Sul posto sono presenti le squadre dell’Anas e le Forze dell’Ordine per la gestione del flusso del traffico in piena sicurezza.

h 13:08 | "In assenza di risposte concrete - si legge in una nota unitaria - Cgil, Cisl e Uil si mobiliteranno davanti a Palazzo Chigi. Intanto si registrano i disagi dovuti alla protesta. A Cosenza sono pesanti le conseguenze sulla circolazione stradale. Nella zona dello svincolo autostradale occupato sono intervenute forze dell'ordine e diverse squadre dell'Anas.

Situazione analoga a Crotone per il blocco della 106. È temporaneamente chiuso in entrambe le direzioni il tratto tra lo svincolo di Passovecchio, che immette in città e località Bucchi. Il traffico in direzione Taranto è deviato sulla viabilità provinciale. Per i veicoli provenienti dalla strada statale 107 in direzione Reggio Calabria è obbligatoria l'uscita in località Papanice. Sul posto, anche in questo caso, sono presenti le squadre dell'Anas e le forze dell'ordine per la gestione del flusso del traffico in piena sicurezza.

h 14:11 | Si è svolto questa mattina,a Palazzo Chigi, un incontro – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta - presieduto dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti, con la partecipazione del Presidente della Regione Mario Oliverio, e alla presenza del Sottosegretario al “Lavoro e alle politiche sociali” Teresa Bellanova, delSottosegretario agli “Affari regionali” Gianclaudio Bressa e dei dirigenti dei Ministeri della funzione pubblica, dell'economia e finanze, del lavoro e delle politiche sociali, e dei dirigenti regionali dei diversi settori.

Nel corso dell’incontro sono stati affrontati i problemi relativi alle prospettive occupazionali del bacino dei lavoratori LPU/LSU e dei lavoratori del comparto della forestazione in relazione alla Legge di stabilità 2016 in corso di esame alla Camera dei deputati. Il Governo ha mostrato sensibilità rispetto alle proposte avanzate dalla Regione e si è impegnato a trovare anche per il 2016 una soluzione di transizione con un percorso di superamento del precariato. Per quanto riguarda il comparto della forestazione e della difesa del suolo, il Governo si è impegnato a valutare le richieste della Regione, al fine di garantire le risorse necessarie alla realizzazione del programma di interventi 2016 necessario alla sistemazione idrogeologica del territorio.

"Ritengo positivo - ha commentato il Presidente Oliverio – l’incontro di questa mattina a Palazzo Chigi. Il Governo ha mostrato apertura alle nostre proposte e si è impegnato a trovare le soluzioni necessarie nella Legge di stabilità. Continueremo a seguire il percorso nell’iter parlamentare già avviato nella Commissione Bilancio della Camera dei deputati dove i parlamentari calabresi si sono impegnati a presentare proposte emendative alla Legge di stabilità"