In questa nuova edizione di CN24 tutte le copertine, come la prima pagina e le pagine delle province, si aggiornano automaticamente mostrando le nuove notizie. Inoltre, le categorie come Cronaca, Attualità ecc. sono riordinate in base agli articoli che leggi più spesso.

Sviluppo intelligente del territorio tra Por e “Horizon 2020”

Calabria Attualità

Il presidente della Regione Mario Oliverio, nel concludere oggi i lavori, alla “Cittadella” regionale, del seminario di studi su “Sviluppo intelligente del territorio tra Programmi Operativi Regionali e Horizon 2020”, ha sottolineato – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta - il valore dell’iniziativa, con la quale “si dà avvio a un lavoro finalizzato a valorizzare le sinergie tra i programmi diretti promossi dalla Commissione e le iniziative regionali. Ci poniamo, infatti, l’importante obiettivo – ha detto Oliverio - di accompagnare gli operatori che lavorano sul territorio per favorire la loro partecipazione alle reti europee e proiettare così la regione nei contesti internazionali più innovativi”.

Armonizzare i programmi a gestione diretta e a gestione indiretta (POR) della Comunità Europea, è considerata, infatti, una priorità non solo nella Programmazione 2014-2020, ma anche nei nuovi Programmi di Lavoro di “Horizon 2020”. Se nella giornata di ieri è stata presentata la “S3”, ovvero la “Strategia di Specializzazione Intelligente” cui punta la Regione per investire, in maniera adeguata, i fondi del POR 2014-2020, oggi si è discusso delle opportunità dei fondi di emanazione diretta della Comunità Europea per creare sinergia tra i programmi e rendere più efficaci gli interventi, condividendo obiettivi, temi, linee strategiche, ma anche modi e tempi di realizzazione.

L’iniziativa è stata l’occasione per affrontare questo tema insieme a Diassina Di Maggio, Direttore generale di APRE, l’Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea, e Paolo Praticò, Dirigente generale del Dipartimento regionale “Programmazione Nazionale e Comunitaria”. Al termine dei due interventi, si è dato spazio alle testimonianze di successo di alcuni ricercatori e “start upper” calabresi che hanno raccontato i propri progetti finanziati dalla Comunità Europea con il Programma Horizon2020: Gaetano D’Aquila AD di GiPStech, Spin-off dell’Università della Calabria, Responsabile Scientifico del Progetto Nav4I; Marilena De Simone del Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Energetica e Gestionale dell’Università della Calabria e Responsabile Scientifico del progetto INPATH-TES; Domenico Mundo del Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Energetica e Gestionale dell’ateneo cosentino e coordinatore dei progetti Interactive e Demetra. Sono inoltre intervenuti Carmine Brescia, direttore di ALESSCO, e il prof. Zinno dell’Unical.